BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, il direttore del carcere: “Bossetti crede nell’assoluzione”

Il carpentiere di Mapello, imputato per il delitto di Yara, aspetta con fiducia il verdetto, come racconta Antonio Porcino: "Lo incontro spesso"

Mancano ormai pochi giorni alla sentenza del processo a carico di Massimo Giuseppe Bossetti. Venerdì 1 luglio la Corte d’Assise del tribunale di Bergamo, presieduta dal giudice Antonella Bertoja, esprimerà il verdetto sul carpentiere 45enne di Mapello, unico imputato per il brutale delitto di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate Sopra scomparsa il 26 novembre 2010 e ritrovata cadavere tre mesi dopo in un campo di Chignolo d’Isola.

Porcino

Bossetti, rinchiuso nella casa circondariale di via Gleno a Bergamo dal 16 giugno 2014, aspetta con fiducia la sentenza, come racconta il direttore del carcere Antonio Porcino: “Lo incontro spesso – le parole di Porcino -, sta aspettando tranquillamente e serenamente la sentenza di venerdì. Come tutti i detenuti spera in un’assoluzione. Il suo comportamento qua? Nulla di particolare da segnalare”.

Porcino spiega poi la situazione del carcere bergamasco, migliore in termini di vivibilità rispetto a tante altre realtà italiane: “Abbiamo 520 detenuti con posizioni giuridiche miste, tra cui anche diversi imputati in attesa di processo.

Manteniamo un occhio di riguardo nel rispettare la dignità delle persone e su questo il territorio ci dà una grossa mano. L’obiettivo è quello di restituire alla società un cittadino migliore. Per quanto riguarda gli spazi, dopo la sentenza della comunità europea, qua da noi ogni detenuto ha a disposizione almeno tre metri quadrati”.

GUARDA IL VIDEO:

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.