BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ultimi giorni per visitare “The Floating Piers”: cos’è cambiato e come muoversi foto

Domenica 3 luglio sarà l'ultimo giorno disponibile per passeggiare sull'enorme tappeto giallo dalia steso sulle acque del lago d'Iseo. Ecco alcuni consigli utili per chi non è ancora stato sulla passerella di Christo.

Mancano ancora pochi giorni per visitare “The Floating Piers”, la passerella galleggiante dell’artista Christo. Domenica 3 luglio, infatti, sarà l’ultimo giorno disponibile per passeggiare sull’enorme tappeto giallo dalia steso sulle acque del lago d’Iseo.

Dal 18 giugno, giorno dell’inaugurazione, l’affluenza dei visitatori ha sfondato quota 600mila, superando le più rosee previsioni e costringendo la cabina di regia dell’evento a rivedere i piani dell’organizzazione.

Christo

Meteo permettendo, sulla passerella si potrà accedere dalle 6 alle 22; mentre a mezzanotte l’opera viene definitivamente chiusa.

Stando alle ultime indicazioni, i parcheggi e le navette saranno operativi dalle 5.30 alle 19; dopo quell’ora le navette garantiranno solamente il rientro da Sulzano verso i parcheggi e l’ultima corsa sarà all’una di notte.

Da Brescia verso Sulzano i collegamenti ferroviari saranno assicurati dalle 5.30 alle 20, con un’interruzione del servizio tra le 10 e le 12; i battelli, invece, collegheranno Sulzano a Montisola fino alle 22 (chi ha già prenotato potrà salire anche in altri orari).

Ricordiamo, infine, che la passerella è gratuita e non servono prenotazioni.

Christo 18 giugno

Altri consigli utili:

  • Armarsi di pazienza: per eventuali code, per la possibilità che la passerella venga evacuata per il maltempo, per il caldo spesso intenso e per la folla. Basta tenere a mente un dato: nella prima settimana – in media – ben 75mila persone al giorno hanno camminato su ‘The Floating Piers’.

 

  • Programmare la visita in un giorno feriale è meglio che nel weekend: significa dover fare i conti con meno code, meno affollamento e con la possibilità di godersi di più l’opera. Se potete, meglio recarsi sulla passerella alla mattina presto o al crepuscolo.

 

  • Il modo migliore per accedere alla passerella è probabilmente quello di prenotare un traghetto da uno qualsiasi dei paesi affacciati sul lago. Il traghetto porta direttamente a Monte Isola, dove c’è meno folla rispetto a Sulzano e – generalmente parlando – meno code per accedere all’opera. Chi riesce a prenotare il battello può prenotare anche un parcheggio convenzionato nel luogo di imbarco, sempre che ci siano ancora posti. Se non trovate più posti, potete sperare di trovare qualche parcheggio non convenzionato: ma anche qui mettete in conto un po’ di tempo per la ricerca.

 

  • Per chi preferisce arrivare a Sulzano, invece: i treni che fermano nelle località vicine spesso sono pienissimi, in ritardo e con grandi code alla stazione di Brescia. Inoltre, dalle stazioni dei vari paesi bisogna aspettare le navette anche per lungo tempo (spesso sono state bloccate per varie ore e non sono affatto garantite).
Christo 18 giugno

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.