BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Il nostro canto libero”, Alice Giulia: “Sogno di emozionare con la mia musica”

Alice Giulia Belfiore, di The Vocal Project, è la terza finalista del concorso: “Credo di aver trovato uno stile mio personale e di poter comunicare attraverso la musica”.

La terza finalista de “Il nostro canto libero”, la cui serata finale si svolgerà venerdì 1 luglio alla Cascina Fuì di Costa di Mezzate, viene dalla scuola The Vocal Project: si tratta di Alice Giulia Belfiore che ha strappato il pass grazie alla sua esibizione di “My Love” di Jess Glynne.

Conosciamola meglio.

Come ti sei avvicinata alla musica?

Mi sono interessata alla musica quando ero ancora una bambina e chiedevo ai miei genitori di mandarmi allo Zecchino d’oro, di farmi prendere qualche lezione di canto, il che ovviamente non successe, perché posso dire che la mia famiglia non conosca queste cose, e perciò non sapeva come muoversi. Mi sono avvicinata davvero alla musica quando ho iniziato il corso di chitarra, perché è stata la mia prima e vera esperienza a contatto con essa. Non ricordo quanti anni avessi, ma andavo alla scuola elementare.

Cosa è per te la musica?

Non saprei definire cosa sia per me la musica, perché se lo sapessi non le attribuirei tutta l’importanza che realmente ha. È come chiedere ad una persona “mi ami tanto o mi ami poco?”. Se ti amo, ti amo, non c’è tanto o poco. A grandi linee posso dire che ogni qualvolta io stia peggio del solito, cantare qualcosa che mi piace e che piace mi fa sentire meglio. Semplicemente la sento, e a volte provo affetto come se fosse una persona.

Qual è il tuo sogno più grande legato alla musica?

Il mio sogno più grande è che le persone provino qualcosa sentendomi cantare. La mia aspirazione non è solo quella di cantare su un palco davanti a milioni di persone, per me questa è secondaria; io vorrei che ci fosse anche solo una persona che tornando a casa propria dopo una bruttissima giornata, decidesse di tirarsi sù il morale ascoltando me. Vorrei far provare un’emozione, in particolare modo magari a qualcuno che non mi conosce, che non sa nulla di me.

Alice Giulia Belfiore

Qual è la canzone della tua vita? Perchè?

La mia vita è troppo corta ora, e magari domani potrei scoprire una canzone nuova e dovrei cambiare questa risposta. Ma per il momento, credo che la canzone in questione sia “Gravity” di Sara Bareilles. L’ho cantata diversi anni fa per un milione di volte, e nonostante oggi la mia voce non sia più molto adatta a questo genere di canzoni, la sento ogni volta come se fosse la prima. È dedicata ad una persona speciale, penso sia per questo che rimane così importante per me.

Cosa ti aspetti dalla finale del concorso “Il nostro canto libero”?

Spero di dare una buona impressione e fare una bella figura. Non pretenderei mai di vincere perché non sono abbastanza presuntuosa ma soprattutto perché è il migliore che deve vincere, il migliore in quella serata. Perciò spero solamente che chiunque vinca, se lo meriti.

Perchè i nostri giurati venerdì 1 luglio dovrebbero scegliere te?

Dopo questi anni di studio credo di essere all’inizio del mio percorso ma allo stesso tempo mi sento di aver raggiunto dei traguardi importanti. Credo di aver trovato uno stile mio personale e di poter comunicare attraverso la musica. La vincitrice di un concorso è una persona che tocca il cuore di altri con la sua voce ed io nel mio piccolo credo di esserne capace.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.