BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Fugge all’alt della polizia, urta un’auto e ferisce una donna, abbatte un albero: arrestato

Operazioni di controllo, domenica da parte degli agenti del Commissariato di Polizia di Treviglio diretto da Angelo Lino Murtas: un arresto, 3 fogli di via, un denunciato, una trentina di dosi di cocaina sequestrate

Nella mattinata di domenica la Polizia di Stato ha ripreso i controlli straordinari nella zona di Treviglio anche per combattere il fenomeno dei furti e delle truffe in appartamento e dello spaccio di stupefacente.

In particolare il Commissariato di Polizia di Treviglio diretto da Angelo Lino Murtas oltre ai servizi continuativi giornalieri delle Volanti di turno, ha effettuato ulteriori controlli straordinari del territorio con l’ausilio di 3 pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine della Lombardia con sede a Milano), controlli mirati a soggetti e veicoli in transito in città ed in particolare nelle aree maggiormente colpite da furti e spaccio di stupefacenti.

murtas

Particolare attenzione è stata data anche alla Stazione ferroviaria Centrale e alla Stazione Ovest dove sono stati quasi giornalieri gli interventi per persone moleste, anche prive di biglietto.

Sono stati effettuati anche due posti di blocco, controllando 11 automezzi e 16 persone.

Un 20enne di origini rumene è stato denunciato all’Autorità giudiziaria per non aver ottemperato all’ordine di allontanamento del Prefetto.

Tre 20enni di origini rumene sono stati segnalati al Questore di Bergamo e colpiti dal foglio di via obbligatorio, in quanto oltre ad avere precedenti per furto non giustificavano la presenza in Treviglio e non vi risiedono.

Intorno alle ore 12 nel posto di blocco di via Mons. Bignamini una Volvo station wagon, dopo aver fatto finta di fermarsi all’alt, scappava alla folle velocità di 100 chilometri all’ora nel centro abitato, ponendo a serio rischi l’incolumità dei pedoni e dei bambini in strada. La Volante del Reparto prevenzione del crimine si vedeva costretta a effettuare un inseguimento per le vie della città per oltre un chilometro. Il fuggitivo dopo essere tornato indietro in via Pontirolo, per farsi largo e riuscire a scappare urtava la fiancata di una Citroen C3 che faceva manovra.

La Volvo alla fine non è riuscita a passare e si è schiantata contro un tiglio abbattendolo. Il conducente ha cercato allora di scappare a piedi ma gli agenti lo hanno bloccato. Ne è nata una violenta colluttazione nell’estremo tentativo di fuggire, poi finalmente la polizia riusciva a mettergli le manette ai polsi e a trarlo in arresto per violenza e resistenza.

La conducente della Citroen, una 70enne di Treviglio, veniva fatta accompagnare con l’ambulanza all’ospedale per trauma cervicale, per fortuna le condizioni non sono preoccupanti.

Da una accurata perquisizione nell’auto del fuggitivo sono state rinvenute una trentina di palline termosaldate di cocaina, cellulari e alcune centinaia di euro frutto dello spaccio. L’uomo è stato accompagnato in Commissariato dove è stato identificato: è un 27enne di origini marocchine già noto alle forze dell’ordine. Ora è in cella di sicurezza in attesa del processo previsto per lunedì mattina.

Ulteriori accertamenti hanno verificato che era stato anche arrestato per detenzione ai fini di spaccio due settimane prima dai Carabinieri e poi sottoposto all’obbligo di firma alla Caserma di Treviglio. Le indagini sono ancora in corso per risalire anche al suo fornitore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.