BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Treviglio, squadra che vince non si cambia: presentata la giunta Imeri

Il sindaco di Treviglio ha riconfermato la giunta che lo affiancherà nell'attività di governo per i prossimi 5 anni

Squadra che vince non si cambia. E’ questo il leitmotiv con cui il sindaco di Treviglio Juri Imeri ha riconfermato, nel corso di un incontro che si è tenuto sabato 25 giugno nella sala consiliare del comune, la giunta che lo affiancherà nell’attività di governo per i prossimi 5 anni.

Stessi volti, dunque, ma con assessorati rimodulati, nel segno, però, della continuità. Ecco, quindi, come è composta la giunta presentata in vista dell’insediamento ufficiale del consiglio comunale che si terrà alle 20 martedì 5 luglio al Teatro Nuovo di piazza Garibaldi:

L’ex sindaco Giuseppe Pezzoni ricoprirà l’incarico di assessore allo Sviluppo e all’Innovazione (con competenze in Cultura, Commercio, Attività Produttive, Smart-city e Innovazione, Comunicazione) a fianco di Alessandro Nisoli, assessore alla Valorizzazoine Urbana e Patrimonio (con competenze in Patrimonio, Pianificazione e riqualificazione urbana, Edilizia Privata), Sabrina Vailati assessore alla Programmazione Economica (con competenze in Bilancio e Partecipate) e Basilio Mangano assessore alla Qualità della città (con competenze in Mobilità, Parchi urbani, Lavori Pubblici, Infrastrutture). Le deleghe ad Agricoltura e alla Protezione Civile sono state distribuite ad Alessandro Ciocca e a Marco Ghiggini.

Confermata dal sindaco (che avrà competenze in Ambiente e decoro urbano, Sport, Personale, Sicurezza, Quartieri) come sua vice Pinuccia Zoccoli Prandina, che sarà assessore a Servizi alla Persona (con competenze in Politiche per la persona, Pari opportunità, Istruzione, Asili nido, Politiche giovanili).

“Lo stile che abbiamo tenuto nel corso della campagna elettorale – ha dichiarato Imeri – sarà quello che voglio che avrà la mia squadra nell’amministrare la città”. Dopodichè, ha aperto ad un coinvolgimento delle minoranze introducendo, poi, l’istituzione dei gruppi di lavoro: “Se da una parte c’è stata, a livello politico, l’apertura a Forza Italia, e ovviamente non a Gianluca Pignatelli, è perchè credo di poter rappresentare il centrodestra moderato, dall’altra non ci sarà nessuna esclusione. A tal proposito per ogni assessore, dunque, vorremmo istituire un gruppo di lavoro di rifermento, che sarà composto da 2 consiglieri di maggioranza e di minoranza e 4 persone provenienti dalla società civile”.

Poi il discorso del vicesindaco Prandna: “Sento il peso della responsabilità, ma con la consapevolezza di aver alle spalle un lavoro serio che ho svolto con grande correttezza e derminazione. Il mio filo conduttore sarà il dialogo, per dare risposte concrete a tutte le fragilità economiche e social del territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.