BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Conto alla rovescia per il parcheggio all’ex gasometro: pronto per Natale 2017 fotogallery

Ci sono voluti 24 anni per chiudere il contenzioso tra il Comune di Bergamo e l'Inps, da giovedì 23 giugno è partito il conto alla rovescia per l'ex area del gasometro in Malpensata.

Ci sono voluti 24 anni per chiudere il contenzioso tra il Comune di Bergamo e l’Inps, da giovedì 23 giugno è partito il conto alla rovescia per l’ex area del gasometro in Malpensata.
“Abbiamo approvato in giunta il protocollo di intesa con l’Inps sull’area dell’ex gasometro, il 4 luglio l’intesa arriverà in consiglio comunale e entro metà luglio anche l’Inps licenzierà il protocollo – afferma il sindaco di Bergamo Giorgio Gori -. È stata una lunga trattativa che si è concentrata sulla riqualificazione dell’area, ma da oggi inizia il primo step sulla realizzazione del parcheggio di circa 300 posti auto e che permette di liberare il piazzale della Malpensata e di conseguenza ampliare il parco”.

Il primo cittadino è soddisfatto dell’operazione “soprattutto perché dimostra la nostra attenzione sui quartieri della città”.

Se il sindaco Gori è soddisfatto, l’assessore Francesco Valesini con il dirigente Giorgio Cavagnis, scandiscono i tempi per la realizzazione del parcheggio. Sei mesi per la bonifica, che sarà a carico dell’Inps per un costo di circa 600mila euro, quindi la realizzazione del parcheggio – circa 1 milione e 700mila euro – affidata ad Atb che poi gestirà il parcheggio per i prossimi 9 anni. Atb verserà poi un canone annuo all’Inps di 70mila euro.

Cambia anche il costo per chi ora parcheggia nel piazzale della Malpensata. “Riserveremo duecento posti auto per i pendolari ad un costo di due euro al giorno, un piccolo contributo a fronte di un servizio: Atb garantirà il servizio di custodia che ora alla Malpensata non c’è – precisa Gori -. Per un centinaio di posti auto invece verranno applicate le tariffe vigenti in altri parcheggi della città”.

Cambia la prospettiva sull’intero quartiere. “La realizzazione di questo parcheggio apre di fatto la possibilità per lo sviluppo di Porta Sud e la riqualificazione del parco della Malpensata – aggiunge Valesini – un lavoro di squadra che vede impegnati più assessorati concentrati sulla rivitalizzazione del quartiere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.