BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Svelato il cartellone del teatro Donizetti: un palcoscenico di sorprese fotogallery

Bergamo, una delle città più teatrali d’Italia, svela i cartelloni di Altri Percorsi al Teatro Sociale dall’11 novembre 2016 e della Stagione di Prosa al Teatro Donizetti, dal 13 dicembre. Le novità in anteprima.

Teatro Donizetti e Teatro Sociale. Prosa e Altri Percorsi. Due spazi di grande rilevanza storica e una vasta programmazione di elevato livello artistico che fanno di Bergamo una delle città più teatrali d’Italia.

Altri Percorsi al Teatro Sociale, dall’11 novembre 2016, la Stagione di Prosa al Teatro Donizetti, dal 13 dicembre, riprenderanno i rispettivi cammini il prossimo autunno. A fine anno si rinnoverà anche l’appuntamento con l’Operetta, accompagnando il pubblico sino ad aprile 2017 in un affascinante e stimolante viaggio tra variegate visioni ed esperienze. Tutti i linguaggi teatrali troveranno ospitalità sui due palcoscenici cittadini: la grande tradizione autoriale, la spettacolarità del teatro-circo, la comicità, l’impegno civile.

«Ci lasciamo alle spalle una stagione davvero straordinaria, per numero assoluto di spettatori e per percentuale di occupazione delle sale», dichiara Nadia Ghisalberti, Assessore alla Cultura del Comune di Bergamo. «Il grande patrimonio del teatro è quindi il suo pubblico: tanto più è ampio tanto più impegna la direzione artistica a elaborare una programmazione giocata su registri diversi e capace di dare una visione complessiva del panorama teatrale italiano».

«Il Donizetti è teatro civico e come tale ha il dovere, oltre che trattare di spettacoli e temi popalri, anche di svolgere un servizio culturale aperto al confronto sui temi della contemporaneità, ad esempio attraverso lo spettacolo Human, che affronta il delicato tema dell’immigrazione». Prosegue, «Programmare una stagione teatrale non significa infatti solo pensare ad un cartellone di qualità, ma anche costruire attorno agli spettacoli progetti di approfondimento, come gli incontri con gli attori che hanno avuto tanto seguito lo scorso anno, e un’adeguata attività didattica, attraverso il progetto educativo Il cantiere del Teatro destinato ad avvicinare il pubblico dei più giovani». Quella dell’anno 2016/2017 sarà una stagione teatrale molto articolata, varia e innovativa, con importanti collaborazioni come quella con la compagnia “Finzi Pasca”.

Stagione di Prosa 2016/2017

«Ricominciamo con rinnovato entusiasmo sotto la spinta dei considerevoli successi di pubblico e artistici conseguiti negli ultimi 12 mesi, con ben 4551 abbonati e un incremento del 17% rispetto all’anno precedente», afferma Massimo Boffelli, Direttore del Teatro Donizetti e responsabile anche della gestione del Teatro Sociale. «I due teatri operano in stretta sinergia proprio per consentire una vasta e articolata offerta di spettacolo, ulteriormente ampliata dal Creberg Teatro, con cui da sempre è divisa la programmazione teatrale. E i tanti attori, i registi, le compagnie che calcano il nostro palcoscenico – o meglio i nostri palcoscenici – vi tornano volentieri perché sanno di trovare sempre la calorosa accoglienza di spettatori attenti e competenti».

«Ogni spettacolo è uno spettacolo diverso, diverso è lo stato d’animo di chi va in scena, diverso il pubblico: ogni volta si tratta di un evento unico che non potrà mai ripetersi uguale. Forse è questo che spinge tante persone ad andare a teatro: il desiderio di un incontro diretto, unico, irripetibile», dice Maria Grazia Panigada, Direttore Artistico della Stagione di Prosa e Altri Percorsi, «II Teatro Donizetti e il Teatro Sociale sono i luoghi per eccellenza della città dove questo rito si ripete. In spazi del genere gli spettacoli acquistano solo in bellezza. In particolare il teatro Donizetti è un gioiello che in tanti ci invidiano per la sua bellezza, grandezza e qualità di accoglienza data sia dal fascino della struttura che del suo personale. Rito antico, quindi quello del teatro, ma fatto di presenze che lo attualizzano, lo rendono contemporaneo. Per l’anno 2016-2017 si è pensato ad una Stagione dei Teatri dove l’esperienza di incontro fra spettatori ed artisti potesse intrecciarsi attraverso stili, poetiche, linguaggi drammaturgici diversi».

Stagione di Prosa
La Stagione di Prosa 2016/2017 prenderà avvio, dal 13 al 18 dicembre 2016, con Smith & Wesson, secondo testo teatrale (dopo Novecento) di Alessandro Baricco, messo in scena da Gabriele Vacis: Natalino Balasso e Fausto Russo Alesi saranno i protagonisti, insieme a Camilla Nigro e Mariella Fabbris, di una vicenda dalle tinte un po’ surreali che prende per mano lo spettatore e lo trascina nel vortice dei flutti delle cascate del Niagara.

lella costa

L’anno nuovo si aprirà, dal 10 al 15 gennaio, con HUMAN di Marco Baliani e Lella Costa (regia dello stesso Baliani). Una riflessione agrodolce sull’essere umano e sul tema dell’immigrazione, attraverso una storia tra due amanti che rischiano la vita attraversando il mare per incontrarsi. Il tutto arricchito da testimonianze dirette, brandelli di vita vissuta, senza rinunciare all’ironia e all’umorismo. Musiche originali di Paolo Fresu. Costumi di Antonio Marras.

Dal 19 al 22 gennaio e poi il 28 febbraio e l’1 marzo sarà la volta di Paolo Rossi e della sua allegra brigata in Molière: la recita di Versailles: sorprendente, libera riscrittura de L’improvvisazione di Versailles, commedia scritta da Molière nel 1663. Canzoni originali di Gianmaria Testa.

Stagione di Prosa 2016/2017

La pazza della porta accanto, in programma al Teatro Donizetti dal 31 gennaio al 5 febbraio, è un atto unico scritto da Claudio Fava in omaggio alla poetessa Alda Merini, donna dalla straordinaria parabola artistica e umana che visse il dramma del manicomio. La regia è di Alessandro Gassman. Protagonista principale Anna Foglietta.
Dal 7 al 12 febbraio si potrà poi assistere a Dieci piccoli indiani… e non ne rimase nessuno, adattamento del capolavoro di Agatha Christie, con Ivana Monti e altri nove attori. Regia di Ricard Reguant.
Uno spettacolo adatto a tutte le età si preannuncia Slava’s Snowshow, poetico, magico affresco di teatro-circo creato e messo in scena da Slava Polunin, considerato il clown più bravo al mondo.
Dal 14 al 19 marzo, si lasciano le nevi di Slava per entrare nel caldo mondo della Sicilia con un classico testo pirandelliano, Il berretto a sonagli, riproposto nella sua versione originale dall’attore e regista Valter Malosti.
Titolo conclusivo della Stagione di Prosa 2016/2017, sarà, dal 4 al 9 aprile: Quello che non ho, spettacolo concepito da Giorgio Gallione per il versatile talento di Neri Marcorè, impegnato nella circostanza a recuperare i sentimenti di ribellione civile di Pier Paolo Pasolini e accompagnato dalle canzoni altrettanto indignate e fuori dagli schemi di Fabrizio De André.

Altri Percorsi
Sei monologhi, altrettante prove d’attore, e uno spettacolo di una delle compagnie più amate dal pubblico bergamasco costituiscono il palinsesto della nuova Stagione di Altri Percorsi, che come sempre getta uno sguardo al mondo di oggi con un’attenzione particolare al teatro di impegno civile.

Stagione di Prosa 2016/2017

Il primo a scendere in campo al Teatro Sociale sarà l’11 novembre Ascanio Celestini, che con il suo provocatorio Laika osserverà da una personalissima angolazione le figure di Gesù Cristo e di Pietro. Questa volta Cristo non si è incarnato per redimere l’umanità, ma solo per osservarla.
A seguire, il 22 e 23 dicembre, in prossimità del Natale, Bianco su bianco, altro mirabile esempio dell’arte raffinata e piena di poesia della Compagnia Finzi Pasca, che nella passata Stagione di Prosa ha letteralmente incantato il pubblico con La verità. A illuminare la scena saranno due attori con esperienza circense e ben 300 lampadine.
Dal teatro-circo “leggero” si passerà poi alla profondità tutta teatrale di Giovanni Testori e del suo Edipus, nell’interpretazione di Eugenio Allegri, con la regia di Leo Muscato. Un tentativo di rileggere il classico con gli occhi del contemporaneo.

Stagione di Prosa 2016/2017

Con Ivan, adattamento del classico di Dostoevskij I fratelli Karamazov, con in scena Fausto Russo Alesi per la regia di Serena Sinigaglia, il Teatro Donizetti esordirà nelle vesti di coproduttore, insieme a ATIR Teatro Ringhiera di Milano, di uno spettacolo già inserito nella Stagione del Piccolo Teatro di Milano: il debutto al Teatro Sociale è fissato, in prima nazionale, il 14 e 15 febbraio.
Due gli spettacoli in cartellone a marzo: il divertentissimo Galateo, di e con la grandissima mima Maria Cassi (l’8, in concomitanza con la Festa della Donna), e Tong Men-G (Porta di bronzo: stesso sogno), scritto da Shi Yang Shi insieme alla regista Cristina Pezzoli partendo dalla sua condizione di cinese immigrato di seconda generazione.
Finale di Stagione il 20 aprile con Furiosa mente di e con Lucilla Giagnoni, altra beniamina del pubblico bergamasco, che anlizza lo strumento più potente ed efficace che esista: la nostra mente.

Stagione di Prosa 2016/2017

Durante l’arco temporale delle due Stagioni non mancheranno momenti formativi e didattici, oltre agli “Incontri intorno agli spettacoli” previsti in Sala Riccardi del Teatro Donizetti alle ore 18 del 15 dicembre con Natalino Balasso e la compagnia di Smith & Wesson; del 12 gennaio con Lella Costa e Marco Baliani, autori e protagonisti di HUMAN; del 15 febbraio con Fausto Russo Alesi, interprete di Ivan, e con Franco Malcovati, docente di Storia del Teatro Russo presso l’Università degli Studi di Milano; infine, del 6 aprile con Neri Marcorè e la compagnia di Quelli che non ho.

Stagione di Prosa 2016/2017

Attorno allo spettacolo Ivan, coproduzione del Teatro Donizetti inserita in Altri Percorsi, saranno organizzati incontri e conferenze in collaborazione con la Cattedra di Letteratura Russa dell’Università degli Studi di Bergamo e con la Fondazione Serughetti Centro Studi e Documentazione La Porta.

Le Stagioni dei Prosa del Teatro Donizetti e di Altri Percorsi sono realizzate con il sostegno di: Camera di Commercio, Fondazione Credito Bergamasco, Fondazione Banca Popolare di Bergamo e A.T.B. Bergamo.

INFORMAZIONI E BIGLIETTERIA
Info spettacoli: tel. 035.4160678 da lunedì a venerdì ore 9-12 e 15-17.
L’orario di inizio degli spettacoli rimane invariato: da martedì a sabato ore 20.30; domenica ore 15.30.
Info biglietteria: tel. 035.4160 601/602/603 da martedì a sabato ore 13-20; domenica ore 14-15.30 (solo nelle domeniche di spettacolo).
La biglietteria del Teatro Donizetti riaprirà giovedì 1 settembre 2016.
Acquisti online su vivaticket.it

Rinnovo abbonamenti
Gli abbonamenti alle Stagioni di Prosa e Altri Percorsi si possono rinnovare (tramite modulo bancario) entro il 13 settembre 2016. Il rinnovo presso la biglietteria del Teatro Donizetti (piazza Cavour 15 – Bergamo) sarà possibile per la Stagione di Prosa dal 27 settembre al 15 ottobre 2016 secondo il calendario dei turni disponibile sul sito; dal 20 al 22 settembre 2016 per Altri Percorsi.

Stagione di Prosa
Nuovi abbonamenti in vendita dal 19 ottobre 2016 (turni martedì-mercoledì-giovedì) e dal 25 ottobre 2016 (turni venerdì-sabato-domenica). Costo dell’abbonamento (esclusi i Carnet) da 60€ a 16 €. Carnet in vendita dall’8 novembre 2016. Singoli biglietti in vendita dal 10 novembre 2016. Costo dei biglietti da 10€ a 28€.

Altri Percorsi
Nuovi abbonamenti in vendita dal 23 settembre 2016. Costo dell’abbonamento da 65€ a 85€. Singoli biglietti in vendita dal 27 settembre 2016. Costo dei biglietti da 13€ a 17€.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.