BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Guardia di Finanza sanziona tre aziende: avevano 11 lavoratori in nero

I militari della Guardia di Finanza di Costa Volpino, durante controlli per contrastare il lavoro in nero o irregolare, hanno riscontrato in tre aziende undici lavoratori «in nero», tra cui un minorenne.

I militari della Guardia di Finanza di Costa Volpino, durante controlli per contrastare il lavoro in nero o irregolare, hanno riscontrato in tre aziende – una attiva nel settore della ristorazione, una nella produzione di prodotti parafarmaceutici e integratori alimentari e l’ultima nel settore della lavorazione ed assemblaggio di prodotti in gomma (la prima gestita da un extracomunitario, le altre due da italiani) – undici lavoratori «in nero», tra cui un minorenne.

Nei loro confronti, (nove sono extracomunitari e due italiani) i datori di lavoro non avevamo effettuato la «comunicazione obbligatoria» al centro per l’impiego né avevano ottemperato agli adempimenti contributivi, assistenziali e fiscali.

Ai titolari delle imprese è stata inflitta una sanzione che va da un minimo di 1.500 euro a un massimo di 9.000 euro per ogni lavoratore irregolare, con diffida alla regolarizzazione dell’intero periodo di lavoro prestato «in nero» sotto il profilo contributivo e assicurativo.
Per uno degli imprenditori è scattata anche la denuncia alla Procura della Repubblica di Bergamo per aver impiegato un minore di 16 anni.

Le attività svolte dalle Fiamme Gialle rientrano nell’obiettivo di tutelare le aziende sane che operano correttamente sul mercato e sono poste in pericolo da chi agisce nell’illegalità e sfrutta la mano d’opera in nero, a cui non viene riconosciuto alcun diritto, né lavorativo né previdenziale. Uno degli interventi eseguiti riguarda il settore della lavorazione della gomma, che proprio nel basso e medio Sebino rappresenta uno dei distretti industriali più importanti riconosciuti nella bergamasca.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.