BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Una tira l’altra e base per deliziosi bon bon: sono le ciliegie il prodotto della settimana

Sono le ciliegie il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Siamo in piena campagna di raccolta di questo frutto e sicuramente è il momento più propizio dell’anno per poter assaggiare le migliori varietà che la tradizione nazionale è in grado di garantirci.

Sono le ciliegie il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Siamo in piena campagna di raccolta di questo frutto e sicuramente è il momento più propizio dell’anno per poter assaggiare le migliori varietà che la tradizione nazionale è in grado di garantirci.

Sicuramente l’andamento climatico, poco favorevole alla maturazione e alla raccolta non aiuta la produzione, un esempio su tutti è quello dell’areale modenese dove si registrano quantitativi inferiori del 30% rispetto alla media. Per quanto riguarda la disponibilità di prodotto locale, invece, buona parte del raccolto di alcuni frutteti della provincia sono stati dilanianti dalle violente grandinate dei giorni scorsi.

Ricche di proprietà benefiche per la salute e il benessere dell’organismo, le ciliegie presentano abbondanti quantitativi di vitamina A, C e del gruppo B, e non mancano di sali minerali, come ferro, calcio, magnesio, potassio e zolfo. Inoltre, sono una fonte di antiossidanti, che aiutano il nostro organismo a contrastare l’invecchiamento provocato dai radicali liberi.

Non è tutto: svolgono una preziosa funzione depurativa, diuretica e leggermente lassativa, ma anche remineralizzante ed energetica. Infine, contengono melatonina naturale, una sostanza che favorisce il sonno.

Per l’acquisto, si consiglia di scegliere frutti sodi, privi di ammaccature e screpolature, il peduncolo deve essere di un verde vivo e intenso, e il colore deve risultare brillante e uniforme.

In cucina possono essere consumate al naturale oppure adoperate per preparare composte, conserve, sciroppi, liquori, gelati, yogurt e frutta sciroppata. Sono un ottimo ingrediente, poi, per macedonie, crostate, torte e millefoglie. In alternativa, sono utilizzabili per cucinare originali primi piatti come il risotto o per accompagnare secondi piatti come arrosti o petto d’oca.

In cosmetica, invece, con la polpa si ottengono maschere di bellezza dall’azione astringente e rinfrescante.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, la settimana che sta per concludersi pare somigliare in tutto e per tutto, almeno per l’aspetto climatico, a quella appena trascorsa. A caratterizzarla sono temperature inferiori alla media e violenti temporali che quotidianamente sorprendono la provincia, insomma una primavera che di fatto non è mai stata tale.

Tra i banchi della frutta, di giorno in giorno, si fa sempre più rilevante la presenza del nuovo raccolto di kiwi provenienti da Nuova Zelanda e Cile, mentre sta per volgere al termine l’offerta di quelli nazionali raccolti lo scorso autunno.

Si conferma particolarmente marcato lo squilibrio tra domanda offerta dei limoni: i consumi risultano ampiamente nella norma e il vero problema è la scarsa disponibilità di prodotto che spinge il prezzo di mercato entro valori a dir poco anomali.

È buona la disponibilità di albicocche, che si possono trovare con origine quasi esclusivamente italiana: la pezzatura dei frutti è soddisfacente e si può contare su un’ampia gamma di varietà in grado di soddisfare le esigenze di tutti i palati.

Anche per i piccoli frutti si annota un positivo rapporto tra qualità e prezzo: lamponi, more e mirtilli, per i quali si fa sempre più rilevante la disponibilità dell’ottimo e freschissimo prodotto locale.

Già da qualche settimana, poi, è disponibile l’uva da tavola pugliese, prima forse troppo in anticipo con caratteristiche organolettiche poco soddisfacenti, mentre da questa settimana la qualità media del prodotto risulta in evidente miglioramento. Sempre dalla regione Puglia inizia l’offerta dei fichi, siamo solo agli inizi, le quotazioni sono medio-alte giustificate da buona qualità e pezzatura.

Non male le compravendite per quanto riguarda i meloni, anche se l’andamento climatico certamente non invoglia i consumi e le rimanenze a fine giornata sono sempre piuttosto rilevanti. La qualità è buona a un costo particolarmente vantaggioso per il consumatore.

Infine, il mercato delle angurie rappresenta un tasto dolente: la qualità del prodotto siciliano e dei primi raccolti mantovani è apprezzabile, ma la richiesta rimane pesantemente condizionata da condizioni climatiche più autunnali che primaverili-estive.

Passando al comparto orticolo, risulta decisamente favorevole il rapporto qualità-prezzo di fagiolini e pomodori in generale, in entrambi i casi un’offerta quantitativamente superiore alla richiesta di mercato porta i prezzi a toccare i minimi storici. Intanto, si stabilizzano entro valori superiori rispetto a quelli registrati la scorsa settimana le quotazioni dei peperoni sia nazionali sia olandesi, finocchi e porri. Per concludere, sono stabili le condizioni di mercato del resto delle colture ortive comprese le freschissime offerte dai produttori locali.

La ricetta della settimana a cura delle nostre Amichesciroppate

Bon Bon di ciliegie 

Ingredienti

Ciliegie

Cioccolato bianco

Perline argentate di zucchero

Bon bon ciliegie

Preparazione

Lavate e asciugate le ciliegie, avendo cura di non staccare il picciolo.

Fate sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria (o nel microonde).

Bon bon ciliegie

Immergete metà della ciliegia nel cioccolato fuso, qualche perlina argentata e fate solidificare il cioccolato appoggiandole su un foglio di carta forno.

Bon bon ciliegie

Una volta che il cioccolato di sarà indurito potrete disporle su un’alzatina e servirle come bon bon.

Sono talmente chic, che sarà quasi un peccato mangiarle.

Bon bon ciliegie

P.s. L’idea in più? Tenete da parte i piccioli e con quelli fateci un’infuso. La tisana di piccioli di ciliegie è infatti un “classico” della medicina popolare, apprezzata da sempre per le sue qualità diuretiche e depurative.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.