BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Lega-Pd, scontro all’epilogo con i ballottaggi di Treviglio e Caravaggio

Domenica 19 giugno i cittadini di Treviglio e Caravaggio chiamati a scegliere il proprio sindaco: i leghisti Juri Imeri ed Ettore Pirovano sfidano Erik Molteni e Claudio Bolandrini, sostenuti dal Partito Democratico.

Si era detto che il ballottaggio avrebbe stabilito vincitori e vinti di questo turno elettorale: la resa dei conti è fissata per domenica 19 giugno quando, dalle 7 alle 23, i cittadini di Treviglio e Caravaggio si recheranno alle urne per scegliere il sindaco del prossimo quinquennio.

Lo scenario è simile in entrambi i paesi della Bassa Bergamasca: il candidato leghista che parte con un buon vantaggio di voti e quello sostenuto dal Partito Democratico che insegue, nella speranza che i voti degli sconfitti al primo turno possano confluire nella propria coalizione.

Juri Imeri ed Ettore Pirovano sono i rappresentanti del Carroccio, quelli chiamati ad amministrare il vantaggio, consapevoli però che niente è già stato deciso: Erik Molteni e Claudio Bolandrini provano la grande rimonta e lo “scippo” dei due Comuni più grandi al voto in questa tornata elettorale.

Dalla chiusura delle urne alla mezzanotte di venerdì 17, quando è scattato il silenzio elettorale, i contendenti non si sono risparmiati battute, frecciatine e, perchè no, anche qualche complimento: dalla battaglia verbale a quella per indirizzare il voto di quei cittadini che il 5 giugno non avevano messo la propria croce su nessuno dei quattro candidati arrivati al ballottaggio, tra accordi taciti, presunti o annunciati.

A fare da ago della bilancia nella contesa saranno forse gli elettori degli “Azzurri” Gianluca Pignatelli a Treviglio e Augusto Baruffi a Caravaggio, anche se pure il Movimento 5 Stelle potrebbe smuovere una buona dose di preferenze.

La Lega ha esultato dopo il primo turno per aver strappato 4 comuni al centrosinistra che, dal canto suo, aveva piazzato il colpaccio Cologno al Serio e si era confermato in altri importanti presidi come Costa Volpino: entrambi gli schieramenti, però, erano già concentrati sul ballottaggio di Treviglio e Caravaggio, dove si vincerà la “guerra”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.