BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Atalanta, abbonamenti lanciati in anticipo: balzelli in tribuna e per le famiglie foto

L'Atalanta lancia la campagna abbonamenti in anticipo rispetto alle ultime stagioni: basterà l'acquisto di Paloschi a convincere i tifosi nerazzurri a sopportare i balzelli al rialzo dei prezzi?

Più informazioni su

Gasperini ha promesso bel gioco: “ Fare un buon calcio è sempre stato un obiettivo importante “, pur aggiungendo “a patto di fare punti”. Bel messaggio, non nuovo per chi è chiamato alla prima conferenza stampa.

La società ha prontamente colto l’opportunità anticipando di quasi un mese l’avvio della campagna abbonamenti. L’anno scorso si partì l’8 luglio, nel 2013 e nel 2012 sempre a metà del mese di luglio.

Che il nuovo allenatore porti maggiori abbonati è tutto da verificare. I tifosi aspettano nuovi volti in campo prima di sganciare “danè” , un mese prima del solito. E parlare sempre e soltanto di salvezza non è il miglior viatico.

Anche dire che i prezzi sono rimasti invariati non è del tutto vero. Da quali settori sono sempre partiti i primi mal di pancia nei confronti di mister e società? Doni a parte, non fu proprio la tribuna a dimissionare Conte con una durissima contestazione?

Et voilà, cominciate a pagare di più, perché in quel settore non mancano le possibilità, che è tutto da dimostrare.

Così la tribuna nerazzurra, in prelazione, passa da 2.700 a 2.970 euro. Un dieci per cento in più, nemmeno accompagnato dalla formula family, ancor più incomprensibile per quelli che vorrebbero tenere con se moglie o figlio che sia. Mentre i nuovi devono sganciare 3.300 euro, contro i 3.000 dell’anno scorso.

“Vippissimi” a parte, non si scherza nemmeno nella centrale. Prelazione a 1.570 euro invece dei 1.425, sempre oltre il dieci per cento in più. (Formula family + 16,54 % )

La vecchia laterale cambia denominazione e diventa tribuna poltrona. Ciò costa, sempre in prelazione, un bel 20 per cento in più. Ma anche qui la famiglia, con la formula family, non ha maggiori attenzioni. Un bel 21,21 per cento in più.

Tutto ciò non trova riscontri nell’ultimo indice Istat, meno 0,4 % rispetto al maggio 2015.

Ora la palla passa ai 10.537 abbonati dichiarati dalla società nella stagione appena conclusa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.