BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

55mila visitatori, evacuata in sette minuti: la passerella di Christo supera tutti i test

Causa maltempo la cabina di regia dell'evento ha disposto l'evacuazione della struttura che sta lanciando nel mondo l'immagine del Lago d'Iseo. Lo sgombero è stato effettuato con successo, in soli sette minuti.

“Durante il primo giorno di apertura della passerella sono state registrate complessivamente 55mila persone alle 19.30 di sabato 18 giugno”. Questi i dati diffusi in un comunicato dal Comitato di Coordinamento “The Floating Piers”, l’opera dell’artista Christo che fino al 3 luglio collegherà Sulzano a Monte Isola e all’isola di San Paolo in un surreale percorso a pelo d’acqua.

In meno di dodici ore, i numeri sembrano aver confermato le previsioni della vigilia: “Come risaputo la presenza dei visitatori sulla passerella è influenzata anche dalle condizioni meteorologiche, che se critiche possono portare a limitazioni o riduzioni”.

Dalle 18, infatti, l’instabilità del meteo ha imposto il progressivo deflusso dei visitatori, fino ad arrivare al completo sgombero della passerella. “Uno sgombero – continua il comunicato – effettuato in soli 7 minuti che conferma l’efficacia del piano di sicurezza e come i visitatori possano percorrere la passerella in sicurezza con qualsiasi situazione meteorologica”.

“Nel programmare la propria visita – raccomanda il Comitato di Coordinamento “The Floating Piers” – si prega di verificare le condizioni meteo in quanto in caso di maltempo le visite potrebbero essere interrotte prolungando i tempi di attesa, sia agli accessi dell’opera sia alle stazioni che ai parcheggi remoti”.

TRENORD – “Oltre 25mila passeggeri trasportati tra andata e ritorno nella prima giornata di “The Floating Piers”, con treni traboccanti fin dal primissimo mattino”. Lo rende noto Trenord attraverso un comunicato stampa.

“Per l’evento sono stati messi a disposizione convogli GTW – ATR 125 di ultima generazione in grado di trasportare fino a 500 persone, e più di 100 addetti all’assistenza dei viaggiatori e all’esercizio ferroviario che si sono aggiunti al personale normalmente impiegato sulla Brescia-Iseo-Edolo, per prestare servizio sin dall’alba nelle stazioni e sui treni della linea.

Durante la mattinata, rallentamenti hanno interessato alcuni treni in conseguenza dell’atto di sabotaggio sulla linea compiuto da ignoti all’alba, prima dell’avvio del servizio. In seguito all’episodio si sono resi necessari provvedimenti di circolazione per il riequilibrio dell’orario, inevitabili in una linea a binario unico come la Brescia-Iseo-Edolo.

Allo stesso modo, dalle ore 17 su disposizione delle autorità, per motivi di ordine pubblico e per la forte affluenza di viaggiatori i treni da Brescia non hanno effettuato fermata a Sulzano, per agevolare il deflusso delle persone.

Per agevolare il massiccio afflusso di visitatori -conclude il comunicato – Trenord ha attivato anche un servizio aggiuntivo di bus, con capienza di 120 posti, in partenza dalla via antistante la stazione di Brescia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.