BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Processo Bossetti, penultima udienza: si avvicina la sentenza fotogallery video

Spazio a repliche e controrepliche di accusa e difesa, in cui non potranno essere trattati gli stessi temi espressi nelle rispettive requisitorie

Si avvina la sentenza per Massimo Giuseppe Bossetti, il carpentiere di Mapello a processo come unico imputato per il brutale delitto di Yara Gambirasio.

Oggi, venerdì 17 giugno, penultima udienza del procedimento iniziato oltre un anno fa, e che ha visto sfilare di fronte alla Corte d’Assise presieduta dal giudice Antonella Bertoja una lunga lista di periti e testimoni.

Spazio quindi a repliche e controrepliche di accusa e difesa, in cui non potranno essere trattati gli stessi temi espressi nelle rispettive requisitorie.

Per Bossetti, in carcere da due anni e un giorno, il pubblico ministero Letizia Ruggeri aveva chiesto la condanna all’ergastolo con isolamento diurno per sei mesi.

Gli avvocati della famiglia Gambirasio, Enrico Pelillo e Andrea Pezzotta, risarcimenti per oltre tre milioni di euro.

Nel corso dell’ultima udienza di venerdì 10 giugno, i legali della difesa Claudio Salvagni e Paolo Camporini avevano invece chiesto l’assoluzione, sia per l’accusa di omicidio che per quella di calunnia nei confronti dell’ex collega del carpentiere, Massimo Maggioni.

La sentenza è attesa per il primo luglio, dopo le dichiarazioni spontanee dell’imputato.

Gli avvocati di Bossetti all’uscita dal tribunale dopo l’ultima udienza:

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.