BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

No Imu day: “Nulla da festeggiare, pressione al 44,2%, debito pubblico +123 miliardi”

No Imu day. Fontana (FI): “Niente da festeggiare, con questo governo pressione arrivata al 44,2%, debito pubblico +123 miliardi”; Benigni: “A Bergamo sonoro flop delle manifestazioni pro Renzi”.  

“Non so come abbia fatto Renzi a scegliere un giorno come questo per parlare di tasse e fare propaganda. Giovedì 16 giugno è stato un giorno davvero infausto per gli italiani, non solo perché scadevano i termini di pagamento di 24 tasse, ma anche perché la tanto paventata cancellazione della Tasi, alla fine non è che l’ennesimo imbroglio che il governo Renzi ha messo in atto verso i cittadini”.

A parlare è il deputato bergamasco di Forza Italia Gregorio Fontana. “I contribuenti, alla fine, si troveranno a pagare quest’anno la stessa quantità di tasse sulla casa che hanno versato lo scorso anno. L’intero ammontare della tassazione sugli immobili si è attestato a circa 30 miliardi nel 2015 e così resterà nel 2016. Da quando Renzi è al governo, c’è stato poi un incremento della pressione fiscale arrivata quest’anno al 44,2%. Oltre che l’aumento del debito pubblico, come dimostrano i dati resi noti dalla Banca d’Italia: a febbraio 2014, quando ha cominciato a governare Renzi, il debito ammontava a 2.107,6 miliardi di euro, mentre ad aprile 2016 si è attestato a 2.230,8 miliardi, record negativo per l’Italia. Questo vuol dire che con Renzi il debito pubblico italiano, in poco più di due anni, è aumentato di 123,20 miliardi, pari a una media di 4,7 miliardi al mese”.

Sull’argomento interviene anche il coordinatore di Forza Italia Bergamo Stefano Benigni: “Le manifestazioni annunciate in pompa magna dal Pd nazionale su tutto il territorio non ci sono state o sono state un vero e proprio fiasco. A Bergamo nessuno è sceso in piazza o ha organizzato clamorose manifestazioni sul “No Imu day”, se non una mesta conferenza stampa. Renzi – conclude Benigni – sulla diminuzione delle tasse non riesce a convincere non solo i cittadini, ma neppure gli iscritti e i dirigenti del suo partito, che hanno pensato bene di disertare l’organizzazione delle manifestazioni sul territorio”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.