BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Musica e concerti, un’estate da gustare. A Brescia

I Radiohead nel 2003, Elton John nel 2006 e Bob Dylan nel 2008. Nella calda estate bergamasca, un concerto di richiamo internazionale manca all'appello da ormai 8 anni. E, almeno in questo, i cugini bresciani non hanno proprio nulla da invidiarci.

Più informazioni su

I Radiohead nel 2003, Elton John nel 2006 e Bob Dylan nel 2008. Se sul Sentierone ci fosse una “walk of fame” destinata alle star della musica che hanno suonato a Bergamo negli ultimi anni basterebbero pochi passi per percorrerla tutta.

Nella calda estate bergamasca, un concerto di richiamo internazionale manca all’appello dal giugno 2008, quando Bob Dylan si esibì in un Lazzaretto gremito e quasi incredulo nel vedere il più grande musicista popolare contemporaneo davanti ai propri occhi. Un Lazzaretto che, forse, potrebbe essere sfruttato con maggior convinzione, anche se è facile parlare quando non si hanno di fronte bilanci da far quadrare.

E se vale il detto ‘mal comune mezzo gaudio’, non si trova di certo conforto guardando le altre città, comprese quelle a noi più vicine. Ad esempio Brescia, che negli ultimi vent’anni ha visto sfilare artisti del calibro di David Bowie (1997); James Taylor (1998); Cranberries e Joe Cocker (2000); Alanis MorrisetteNeil Young (2001); Rod Stewart (2002); Burt Bacharach, Lenny Kravitz e Tracy Chapman (2009); Anastacia, Billy Idol Van Morrison (2015). Gli ultimi in ordine cronologico saranno Vinicio Capossela, in piazza Loggia il 19 luglio, e i Deep Purple, a Campo Marte il prossimo 13 luglio. E poi Ludovico Einaudi, Gianna Nannini e Max Pezzali.

Tutto questo mentre la nostra città si limiterà ad accogliere la band più longeva della musica italiana, i Pooh, il prossimo 13 settembre, al tramonto della stagione estiva.

Da promuovere, per quanto riservato ad un pubblico di nicchia come quello della musica techno, la 2a edizione di Shade, che lo scorso 4 giugno ha riunito alla Fiera di Bergamo alcuni dei migliori interpreti della consolle, e che ha visto circa 8mila giovani ballare fino alle prime luci del mattino. Almeno gli amanti della musica elettronica avranno qualcosa da invidiarci: soltanto loro, però.

Tra giugno e settembre, infatti, qualche sporadico festival che non porta alcun nome di richiamo internazionale. Di certo non all’altezza di Radiohead e Bob Dylan: al Lazaretto c’è l’Happening delle Cooperative dal 13 al 19 giugno e il Summer Sound Festival, la kermesse musicale dell’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Bergamo dal 21 al 25 giugno; il festival #buonacondotta dal 14 giugno al 20 settembre in Città Alta; il Parcoscenico dal 16 giugno all’8 agosto al Parco Goisis; Neverfest l’1 e 2 luglio e Punk Rock Raduno il 14-17 luglio all’Edonè. Tra i nomi più familiari al grande pubblico Omar Pedrini il 16 giugno al Parco Goisis e Roy Paci il 17 al Lazzaretto.

Ma per godersi concerti degni di una città bisogna spostarsi. A Brescia.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.