BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Hidrogest, al via le celebrazioni per i 70 anni di servizio idrico nell’Isola

L'acqua si tramuta in musica, eventi, convegni per le celebrazioni dei 70 anni di servizio idrico nell'Isola bergamasca e Valle San Martino: Hidrogest ha presentato gli importanti appuntamenti con cui vuole festeggiare e rilanciare la sua presenza nel territorio.

L’acqua si tramuta in musica, eventi, convegni per le celebrazioni dei 70 anni di servizio idrico nell’Isola bergamasca e Valle San Martino: Hidrogest ha presentato gli importanti appuntamenti con cui vuole festeggiare e rilanciare la sua presenza nel territorio.

Gli onori di casa sono stati fatti dal Presidente Massimo Monzani che ha ricordato: “H70 è certamente l’espressione della volontà di Hidrogest e degli uomini e delle donne che con passione e dedizione vi lavorano, di dare ragione della propria storia. Una storia, mai scontata nello sviluppo, iniziata dopo la seconda guerra mondiale in un’Italia distrutta dal conflitto ma rivolta in una prospettiva sfidante verso il futuro in cui si confidava e credeva. Sono noti i grandi temi e accadimenti che hanno fatto del 1946 un anno formidabile e anche l’Isola e la sua popolazione furono teatro e attori di questi fatti. Qui, in questa terra posta tra l’Adda e il Brembo iniziava la storia del governo del bene acqua sgorgata dal solco della collaborazione, del lavorare insieme, del condividere speranze, risorse e obiettivi”.

“L’idea, che è diventata storia di questi settant’anni è che anche i piccoli Comuni possono essere artefici di grandi progetti e questa idea si è concretizzata in un’azienda, dove lavorano 50 persone, che a oggi fornisce a 29 Comuni servizi idrici d’eccellenza a un prezzo equo e contenuto – ha proseguito Monzani -.  Per dare risalto a questo importante traguardo, il compianto Presidente Gian Maria Mazzola aveva promosso una serie di importanti iniziative che noi oggi andiamo a realizzare”.

Una celebrazione del passato ma anche una nuova sfida da affrontare: il prossimo 23 giugno il Consiglio di Stato, salvo concedere la proroga come richiesto anche da noi in positiva e leale risposta ad una richiesta del Presidente della Provincia, dovrà pronunciarsi sul diritto o meno di Hidrogest ad avere la cosiddetta salvaguardia. Ovvero il diritto di continuare nel proprio ambito territoriale l’esperienza delle buone pratiche che ne hanno caratterizzato la nascita e la crescita.

“Noi riteniamo che Hidrogest meriti di andare avanti, non tanto e non solo per ragioni giuridiche, complesse nella loro comprensione tant’è che ci si deve rivolgere ad un Giudice per capirne l’applicazione equa, ma soprattutto perché Hidrogest rappresenta qualcosa di prezioso – ha aggiunto il presidente di Hidrogest -. L’esperienza passata è sempre stata caratterizzata da momenti di cambiamento – da più consorzi a un solo consorzio, da consorzio unitario a società per azioni – e proprio la capacità di adeguarsi, con arguzia e con intelligenza, alle nuove richieste via via proposte dal Legislatore è stata fattore di crescita e di successo.

Oggi vi è in atto un percorso che vorrebbe la presenza a breve di un unico gestore per tutta la provincia di Bergamo; si vuole realizzare l’unione di realtà territorialmente diverse, realizzate da entità giuridiche che, in alcuni tratti, hanno qualità operative minori di Hidrogest oltre che contenuti patrimoniali più esigui.

“La sfida è importante: gli Amministratori di oggi sono chiamati ad essere all’altezza dei loro predecessori; difatti il passaggio richiesto non deve annullare la ricchezza di saperi e buone pratiche sin ora realizzate – conclude Monzani -. L’obiettivo è, appunto, il non disperdere il tanto fatto, ma di creare ulteriormente valore. Questo potrà essere se alla logica del conflitto, quale espressione di inutili egemonie, prevarrà la responsabilità di riconoscere una storia, anche la nostra storia, e i valori umani e patrimoniali che realizzano un servizio apprezzato. La vera arte della memoria è l’attenzione, scriveva Samuel Johnson (poeta britannico del 700). Noi con H70 diamo concretezza all’attenzione che merita il servizio idrico pubblico svolto da Hidrogest a favore di una popolazione operosa, in un territorio unico per le sue caratteristiche e a sostegno leale delle Istituzioni che di questa popolazione e di questo ambiente hanno la prima responsabilità di governo”.

Dopo i saluti, l‘Amministratore Delegato Marco Donadoni ha annunciato: “Dal 25 giugno al 15 luglio, Hidrogest intende celebrare il settantesimo anno di attività nella gestione del servizio idrico integrato nei territori dell’Isola Bergamasca e della valle San Martino. Il settantesimo anno di attività ci offre l’occasione per ripercorrere i passaggi fondamentali della crescita della nostra azienda e allo stesso tempo ci dà lo spunto per riflettere sulle prospettive di sviluppo per il futuro, la pianificazione delle strategie e degli investimenti. Allo stesso tempo vogliamo testimoniare il lavoro, l’impegno che ha condotto agli attuali risultati, il raggiungimento continuo di nuovi obiettivi ottenuti con la tenacia e la volontà di guardare sempre avanti, di considerare il futuro non come qualche cosa di remoto, ma una meta, un traguardo del nostro sviluppo. Tra i frutti di questo grande lavoro c’è anche lo spirito di appartenenza e arrivo a dire di orgoglio, che contraddistingue le donne e gli uomini che vivono questa magnifica famiglia che si chiama Hidrogest: dipendenti, amministratori ma anche i sindaci che ci hanno sempre dimostrano la loro fiducia, e anche i fornitori che si sono resi molto disponibili nel sostenere queste iniziative. L’apporto fondamentale per la nascita e lo sviluppo di Hidrogest è stato merito del compianto presidente Gian Maria Mazzola, scomparso prematuramente alcune settimane fa, già presidente del Consorzio Intercomunale. Con tenacia e lungimiranza ha saputo dare una svolta all’azienda nel senso dell’efficienza, dell’innovazione nel metodo di gestione e nello sviluppo dei processi produttivi. A lui e alle tante persone che hanno vissuto la magnifica esperienza di appartenere a questa storia scritta sull’acqua sono dedicati questi eventi.
I nostri sentiti ringraziamenti vanno anche a tutti i componenti dei CdA e ai nostri dipendenti per l’impegno e la collaborazione dimostrata durante la preparazione degli eventi, i partner e le associazioni del territorio che ci hanno dato il loro supporto: Filagosto, Vigili del Fuoco, Associazione Sotto il Monte Solare, Ferrari Club di Caprino Bergamasco e il Gruppo Alpini di Almeno S. Bartolomeo”.

GLI APPUNTAMENTI

Sabato 25 giugno alle 10 Sede Hidrogest
Presentazione del libro «Una storia scritta sull’acqua» di Emanuele Roncalli e a seguire inaugurazione della mostra sui settant’anni del servizio idrico nell’Isola Bergamasca e nella Val San Martino.

Domenica 26 giugno – Dalle 10 alle 19 nella sede Hidrogest
Rosso come il Ferrari Club di Caprino Bergamasco, Azzurro come l’albero di Oreste Castagna, Verde come la speranza di vincere i numerosi premi ad estrazione: una giornata insieme nella sede di Hidrogest.
14: spettacolo di Oreste Castagna
16.30: esibizione del campione del mondo di Bike Trial Andrea Riva
17.30: sfilata delle rosse di Maranello all’interno degli spazi aziendali
Per tutta la giornata musica e intrattenimento di Radio number-one; per i più piccoli: tappetini per saltare, gonfiabili, frittelle, pop-corn, zucchero filato, merenda… e per i più grandi: due simulatori di guida!

Lunedì 27 giugno alle 9 alla Sede Hidrogest
Giornata di Workshop e incontri con le aziende che ci hanno sostenuto nella realizzazione delle iniziative per il settantesimo anniversario. Durante la giornata le aziende presenteranno le loro attività.

Lunedì 27 giugno ore 21.30 Area Leolandia – Capriate S. Gervasio
Concerto rock gratuito di Giuliano Palma con dj set, birra artigianale e street food.

Mercoledì 28 giugno dalle ore 8.30 alle ore 17.00 Sede Hidrogest
Incontro con 150 giovani della Scuola Alpina con esperienze didattiche ed esercitazioni pratiche insieme ai Vigili del Fuoco e agli Alpini di Almenno.

Venerdì 1 luglio ore 9.00 Aula Magna – Città Alta
Convegno Nazionale organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Bergamo dal titolo con testimonianze, case-history e crediti formativi dal titolo: I SERVIZI PUBBLICI LOCALI TRA GESTIONE PUBBLICA, CONCORRENZA, MERCATO E UTENZA: SCENARI E PROSPETTIVE. Interverranno: Giovanni Pitruzzella, Enrico Zanetti, Remo Morzenti Pellegrini, Gabriele Bottino, Stefano Neri.

Sabato 2 luglio ore 21.00 Teatro Sociale – Città Alta
Concerto sinfonico di chiusura: il Maestro Uto Ughi suonerà con l’Orchestra dei Filarmonici di Roma.

Venerdì 15 luglio ore 20.30 Sala Civica Comune di Sotto il Monte Giovanni XXIII
Incontro di studi e riflessione sull’Enciclica «Laudato Sì» di Papa Francesco sui valori e indicazioni universali da adottare per un corretto sviluppo della comunità locale e dei territori. Interverranno: Mons. Enrico Dal Covolo, On. Enrico Letta, Luciano Valle. Coordina: Xavier Jacobelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.