BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La novità Gasperini, il mercato e il dubbio Bonacina: Atalanta, sarà un’estate calda

In tempi di sondaggi, l’arrivo di Gasperini raccoglie pressoché consensi unanimi. Non è poco, proprio perché inizialmente venivano accostati all’Atalanta altri nomi. Peraltro lo stesso Gasperini nel dopo partita dell’ultima di campionato vinta dall’Atalanta sul suo Genoa aveva mostrato di gradire un suo futuro a Bergamo.

Inutile fare dietrologia, quando si attende la comunicazione ufficiale da parte dell’Atalanta con relativa presentazione. Sarà senz’altro un momento interessante, Bergamo da sempre è refrattaria alle novità e da subito sarà curiosità partendo dalle idee tattiche del mister.

Una novità per Bergamo abituarsi ad un nuovo modulo di gioco con cui l’Atalanta si schiererà. Non è un segreto ma Gasperini è un integralista della difesa a tre. Meglio se con caratteristiche di difensori votati a costruire.

Senza ritornare con la memoria ai tempi del Piero “Gardù” che spazzava l’area con acrobatici rinvii, lo svedese Gustavsson rappresentò già una novità: testa alta e palla a terra, pochi rinvii e un primo tentativo di approccio alla costruzione del gioco.

Bergamo gradì molto. Non altrettanto in anni successivi il gioco corto di Viciani, per non dire quello dell’Herrera meno nobile che di nome faceva Heriberto. A pagare sono sempre i risultati, che vengono se hai i giocatori per fare un certo tipo di gioco. Altrimenti le idee e le novità sul tema tattico finiscono per travolgere la panchina e le aspettative del tifoso.

A Gasperini è già successo a Milano sponda Inter. Non dico a Palermo.

Sarebbe curioso sapere se Gasperini ha, nell’attesa dell’ufficialità, dato già qualche indicazione sul mercato dell’Atalanta. Una domanda che molti si fanno dopo l’annuncio del prolungamento del contratto a Raimondi e Migliaccio, il che fa pensare ad un Sartori già all’opera.

Al direttore non mancherà il lavoro visto che tornano a Bergamo Contini, Cazzola e Del Grosso con ancora un anno di contratto, Canini e Boakye fino al 30 giugno 2018. Un regalo di Pierpaolo Marino.

Auguriamoci che Gasperini voglia almeno vedere all’opera Kessie, ivoriano di 20 anni, che in prestito al Cesena ha già attirato l’interesse di molti osservatori. Una scoperta di Beppe Corti sul futuro del quale la società non ha voluto prendere posizione dopo la stupefacente sparata di Zamparini sul suo passaggio al Palermo.

E anche del contratto in scadenza del “Cina” Bonacina sarebbe bello saperne di più.

Una estate calda per gli appassionati atalantini: questa volta non ci saranno timori di penalizzazioni, ma le novità sull’organico potrebbero essere molte. Non dimenticando che l’Atalanta prima dovrà vendere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nerosplendente

    “Unanimi consensi”, non saprei dove siano stati raccolti, visto che tra noi che allo stadio ci andiamo, Gasparini non gode di grandi simpatie. Se poi le indiscrezioni su Paloschi si avverassero non credo che si farebbero salti di gioia per questa squadra “decisamente antipatica!!!