BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Rinnovi la Carta d’Identità? Iscriviti all’Avis e dona il sangue

l Comune di Bergamo e l'Avis hanno siglato un accordo per facilitare e sensibilizzare i cittadini alla donazione di sangue all'atto del rinnovo della carta d'identità.

Rinnovi la Carta d’Identità? Il Comune di Bergamo ti invita a conoscere e a donare il sangue all’Avis di Bergamo. Terminata l’emergenza sangue a Bergamo, Palazzo Frizzoni ha siglato nella giornata di giovedì 9 giugno un accordo con Avis Bergamo per sensibilizzare i cittadini alla donazione di sangue all’atto del rinnovo della Carta d’Identità.

L’Assessore del Comune di Bergamo Giacomo Angeloni spiega: “Dopo la campagna di sensibilizzazione per la donazione di organi, che sta riscuotendo attenzione da parte dei cittadini, abbiamo deciso di sottoporre a tutti coloro che si recano a Palazzo Uffici per il rinnovo della Carta d’Identità di conoscere e iscriversi all’Avis Bergamo per poi donare il sangue”.

Avis Angeloni Bianchi

L’addetto comunale prenderà nota di mail e numeri di telefono che verranno inoltrati all’Avis Bergamo che richiamerà i cittadini per illustrare loro come diventare donatori.

“Si possono iscrivere l’Avis fino a 60 anni d’età e fino a 70 anni si può donare il sangue – afferma il presidente di Avis Bergamo Oscar Bianchi -. Il sangue è indispensabile per l’ospedale di Bergamo. Il sangue fa muovere l’attività di un ospedale”. Se gli ospedali di Treviglio e di Seriati sono loro stessi a raccogliere il sangue, per l’ospedale Papa Giovanni XXIII invece è Avis Bergamo che conta su 38 mila iscritti e 35mila donatori in attività nelle 159 sedi comunali. “C’è un ricambio di donatori del 10% l’anno – conclude Bianchi – e così ogni dieci anni ci rinnoviamo completamente la nostra base associativa, proprio per questo abbiamo la necessità di una continua campagna per raccogliere adesioni e donatori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.