BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

I 5 Stelle per Treviglio: il voto è scelta libera, sì all’onestà, no alla superstrada

Il Movimento 5 Stelle Treviglio prova a sgombrare il campo da illazioni circa chi appoggerà o meno al ballottaggio del 19 giugno

Il Movimento 5 Stelle Treviglio prova a sgombrare il campo da illazioni circa chi appoggerà o meno al ballottaggio del 19 giugno.

A seguito dei risultati del primo turno delle elezioni amministrative, il Movimento 5 Stelle Treviglio esprime soddisfazione per il buon risultato raggiunto e un ringraziamento ai 1372 trevigliesi che hanno scelto Emanuele Calvi e la nostra Lista.

Stiamo ricevendo sollecitazioni continue da chi vuole sapere quale posizione prenderemo al ballottaggio e ci sembra necessario dare una risposta chiara e inequivocabile, perché l’essere esclusi dal ballottaggio non significa non avere più nulla da fare per Treviglio. Ma l’invito a recarsi alle urne il 19 giugno è un’esortazione a scegliere. Con la propria testa, con la propria coscienza, liberamente.

Nel Movimento non arrivano ordini dall’alto e comunque i nostri elettori non hanno bisogno di essere indirizzati, perché sono persone mature e sanno valutare i candidati e i programmi in maniera adeguata.

Siamo certi che, quelli che sceglieranno di esprimere il proprio voto, appoggeranno la coalizione che durante la campagna elettorale ha fatto le proposte che più si avvicinano a temi fondamentali del nostro programma e, ci auguriamo, se sarà vincitrice le porterà avanti.

Il deciso NO al consumo di suolo agricolo che deriverebbe dall’eventuale costruzione della Bergamo-Treviglio, grande opera che squarcerebbe un’area ad elevato valore naturalistico; l’introduzione della tariffa rifiuti Puntuale (pago solo quello che produco) e adesione al progetto Rifiuti Zero; la riqualificazione delle aree dismesse e degli immobili pubblici. Tutti punti fermi che hanno caratterizzato la nostra campagna e che riteniamo di fondamentale importanza per Treviglio.

Per il Movimento 5 Stelle, però, un principio viene sempre prima di tutti gli altri, e su questo non siamo disponibili a transigere, mai: l’onestà e la trasparenza di chi ci dovrà governare.

Treviglio non deve più essere umiliata come è accaduto nel recente passato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.