BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Con la passerella del liceo artistico, anche i migranti camminano sulle acque fotogallery

Partendo dall'opera di Christo, gli studenti del Liceo artistico hanno elaborato un progetto che vuole far riflettere sull'utilità sociale che 'The Floating Piers' avrebbe nelle acque del Mar Mediterraneo, dove migliaia di migranti e rifugiati sfidano il mare per giungere in Europa.

Pablo Picasso diceva: “L’artista mediocre copia, il genio ruba”. Un insegnamento che gli studenti del Liceo artistico statale Giacomo e Pio Manzù di Bergamo sembrano aver preso alla lettera.

Come ogni anno, in concomitanza dell’ultimo giorno di scuola, il liceo artistico di via Torquato Tasso celebra la ‘Giornata dell’Arte’. Dalle 9.30 alle 13 gli studenti espongono al pubblico i lavori realizzati durante l’anno scolastico e quelli appositamente realizzati per la mostra. E tra i tanti che verranno esposti mercoledì 8 giugno, c’è anche ‘The Floating Bridge’. Un progetto che ha molto a che vedere con ‘The Floating Piers’, l’installazione dell’artista Christo che dal 18 al 3 luglio stenderà sul Lago d’Iseo la celebre passerella: un vero e proprio ponte galleggiante che connetterà la terraferma con Montisola permettendo a chiunque di camminare a pelo d’acqua seguendo il movimento delle onde.

“Partendo dall’opera visionaria di Christo, un artista che i ragazzi hanno avuto modo di studiare anche tra i banchi di scuola – spiega il prof. Enrico De Pascale – gli studenti hanno elaborato un progetto ovviamente utopistico, ma che vuole far riflettere sull’utilità sociale che un’opera del genere potrebbe avere nelle acque del Mar Mediterraneo, dove perdono la vita migliaia di migranti e rifugiati che sfidano il mare ogni giorno per giungere in Europa”.

Nell’idea degli studenti, la passerella collegherebbe la città libanese di Tripoli con l’Isola di Lampedusa e Porto Empedocle, un Comune situato nella provincia siciliana di Agrigento. Ecco qui le immagini del progetto realizzato dagli alunni dell’indirizzo di arti figurative, coordinati da Simone Assi e Cecilia Rizzi della classe 3a L.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.