BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Gianni Canova nuovo direttore artistico di CortoLovere

Quest'anno ci sarà una novità: una sezione del tutto inedita chiamata 'Occhi sul Lago', volta a valorizzare il territorio del Lago d'Iseo.

Più informazioni su

La Fondazione organizzatrice ‘Domenico Oprandi’ ha annunciato il nuovo direttore artistico di CortoLovere: Gian Battista Canova, critico cinematografico e Preside della Facoltà di ‘Comunicazione, Relazioni pubbliche e Pubblicità’ presso l’Università Iulm di Milano.

Il festival internazionale del cortometraggio che si terrà dal 27 settembre al 2 ottobre nella cittadina di Lovere. Quest’anno ci sarà una novità: una sezione del tutto inedita chiamata ‘Occhi sul Lago’, volta a valorizzare il territorio del Lago d’Iseo. L’obiettivo è trovare nuovi filmmaker italiani per la realizzazione di un cortometraggio che catturi l’essenza stessa del Lago, pubblicizzando i luoghi e raccontando la loro storia per farne un centro d’interesse culturale e cinematografico per registi, autori e produttori dello stivale. Tutto sarà sponsorizzato dai comuni interessati.

Il bando ufficiale è stato presentato. Le domande, che dovranno contenere il soggetto del corto, verranno selezionate da una commissione interna al festival; quelle ammesse alla fase finale verranno poi valutate da una specifica giuria, diversa da quella del concorso principale, che assegnerà al vincitore della sezione un premio di 3000 euro.

CortoLovere è uno dei festival del cortometraggio più antichi d’Italia. Ogni anno centinaia di cortometraggi vengono inviati da tutto il mondo raccontando storie di persone diverse, paesi lontani, uomini, donne e bambini, condensando in pochi minuti tutta la magia e l’emozione del cinema. Ha avuto grandi nomi a presidiare la giuria come Silvio Orlando, Lina Wertmuller, Laura Morante e Luigi Lo Cascio. L’anno scorso tra i giudici c’erano Michele Placido, Maurizio Nichetti, e Claudio Di Biagio. Presidente onorario e autore del logo ufficiale è Bruno Bozzetto, rinomato maestro del cinema italiano.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.