BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Terremoti e calamità: come proteggere l’impresa dai rischi territoriali

Martedì 7 giugno alle 14.15 nella Sala Giunta di Confindustria Bergamo, in via Camozzi, 64, si svolgerà il convegno: “Proteggere l’impresa dai rischi territoriali. Quali misure tecniche, organizzative e assicurative introdurre per difendere il patrimonio e la continuità aziendale”.

Martedì 7 giugno alle 14.15 nella Sala Giunta di Confindustria Bergamo, in via Camozzi, 64, si svolgerà il convegno: “Proteggere l’impresa dai rischi territoriali. Quali misure tecniche, organizzative e assicurative introdurre per difendere il patrimonio e la continuità aziendale”.

L’incontro, che fa seguito all’approfondimento sul rischio sismico tenutosi nel 2015, intende allargare la riflessione sul ventaglio dei rischi territoriali naturali ai quali possono essere esposte le imprese in provincia di Bergamo e illustrare i possibili interventi che consentono di minimizzare gli effetti di alluvioni, trombe d’aria, terremoti, esondazioni e frane, mettendo in atto azioni per proteggere le persone, contenere la gravità dei danni agli immobili e impianti e trasferire in via assicurativa il rischio residuo, al fine di favorire la continuità delle attività aziendali.

Il programma dell’incontro, improntato alla concretezza e ricco di esempi, prevede, dopo i saluti e l’introduzione a cura di Gianluigi Bailo, Presidente del Gruppo Tecnologie e materiali per l’edilizia di Confindustria Bergamo, le relazioni e gli interventi di Claudio Merati, Direttore Sede Territoriale Regione Lombardia di Bergamo (STER) su “I rischi sul territorio bergamasco: dalla prevenzione alla gestione dell’emergenza”; Simona Caragliano, esperta di rischi territoriali e protezione civile su “La gestione dei rischi territoriali nelle politiche d’impresa”; Simone Sacco e Higinio Silvestre, Docenti del Consorzio universitario per l’ingegneria nelle assicurazioni (CINEAS) su “Aspetti di protezione e trasferimento assicurativo nell’ambito dei rischi naturali”; e Paolo Riva, Università degli studi di Bergamo, su “Lo stato della ricerca nel campo della prevenzione sismica. L’esperienza di Bergamo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.