BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

#saranonsarà, contro il femminicidio: drappi rossi ai balconi fotogallery

Anche le bergamasche sono scese in piazza per gridare la rabbia contro la violenza sulle donne e ricordare Sara Di Pietrantonio, la studentessa 22enne uccisa e bruciata a Roma dall'ex fidanzato.

Anche le bergamasche sono scese in piazza per gridare la rabbia contro la violenza sulle donne e chiedere impegno e soluzioni per cambiare la cultura maschilista che travolge e danneggia tutte e tutti.

Per rompere l’indifferenza e chiedere a tutti e tutte, ma soprattutto alle donne delle istituzioni, di mettersi in gioco proponendo interventi che vadano oltre l’emergenza.

Così dalle celebrazioni del 2 Giugno in occasione della Festa della Repubblica e a 70 anni dal primo voto concesso alle donne, anche le bergamasche sono scese in piazza e hanno appeso ai balconi e alle finestre drappi rossi per ricordare l’ennesima tragedia e violenza sulle donne dopo il feroce e inumano assassinio di Sara Di Pietrantonio, 22 anni, studentessa di Economia, uccisa ed bruciata in via della Magliana.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.