BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

2 giugno, Pia Locatelli: 70 anni di voto alle donne, ma ancora non c’è vera parità fotogallery

Pia Locatelli, capogruppo Psi alla Camera e presidente onoraria dell'Internazionale socialista donne, in occasione della festa del 2 giugno interviene ricordano i 70 anni di voto alle donne.

“Oggi è una doppia festa: i settant’anni della Repubblica e i settant’anni del voto alle donne e fu proprio grazie al loro voto determinante che al referendum consultivo vinse la Repubblica, perché la maggioranza degli uomini votò a favore della monarchia”.

Lo ha detto Pia Locatelli, capogruppo Psi alla Camera e presidente onoraria dell’Internazionale socialista donne, in occasione della festa del 2 giugno.

“Le donne, molte delle quali avevano contribuito alla caduta della dittatura fascista, combattendo nella Resistenza, smisero di essere considerate cittadine di serie B e le 21 elette nell’Assemblea costituente gettarono le solide basi della nostra democrazia, lasciando un segno fortissimo nella redazione della Carta costituzionale. Da allora si avviò la lunga stagione delle battaglie democratiche per i diritti delle donne e per la parità. Molti passi avanti sono stati fatti dalla tutela fisica ed economica delle lavoratrici madri, l’apertura della magistratura alle donne, il divorzio, il nuovo diritto di famiglia, la parità di trattamento sul lavoro, l’aborto. Ma molti ne restano da fare: fino a quando continueremo a sottolineare l’aumento delle presenze femminili nelle istituzioni, o a festeggiare l’elezione di una donna ai vertici di una grande azienda, indicandone in qualche modo l’eccezionalità, non ci sarà vera parità. Il prossimo traguardo è un’epoca in cui una Presidente della Repubblica donna o una Presidente del Consiglio non susciteranno alcuno stupore.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.