BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Pierino Persico nominato Cavaliere del lavoro

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha nominato Pierino Persico, 69 anni, Cavaliere del Lavoro.

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella ha nominato Pierino Persico, 69 anni, Cavaliere del Lavoro.

Con Persico nominati altri 24 Cavalieri del Lavoro. Persico, classe 1947 è Presidente di Persico Group.

Inizia a lavorare a 14 anni come apprendista in una fonderia e nel 1976 fonda la Persico, una “modelleria” del legno per la realizzazione di stampi in acciaio utilizzati nelle produzioni in serie.

Fortemente orientato all’innovazione e all’impiego dei nuovi materiali, è oggi presente nell’automotive, nella nautica e nella costruzione di satelliti con la progettazione e la costruzione di componenti in alluminio e carbonio ad alta tecnologia ed elevate prestazioni. Tra le sue realizzazioni, lo scafo di Luna Rossa per l’American’s Cup. Fattura circa 100 milioni di euro, con un export dell’80%. Impiega 300 addetti.

L’ONORIFICENZA DI CAVALIERE DEL LAVORO
Istituita nel 1901, l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro viene conferita ogni anno in occasione della Festa della Repubblica ad imprenditori che si siano distinti nei settori dell’agricoltura, dell’industria, del commercio, dell’artigianato e dell’attività creditizia e assicurativa.
I requisiti necessari per essere insigniti dell’onorificenza sono l’aver operato nel proprio settore in via continuativa e per almeno vent’anni con autonoma responsabilità, e l’aver contribuito in modo rilevante attraverso, l’attività d’impresa, alla crescita economica, allo sviluppo sociale e all’innovazione.

Considerando le nuove nomine, i Cavalieri del Lavoro sono attualmente 607; dal 1901 ad oggi gli insigniti dell’onorificenza “Al Merito del Lavoro” sono 2.822.

I PROFILI DEI NUOVI 24 CAVALIERI DEL LAVORO

Guglielmo BEDESCHI – 1936 – Padova – Industria meccanica
È Presidente dal 1982 di Bedeschi SpA fondata nel 1908 dal nonno, e oggi attiva nella produzione di macchinari e impianti per cementifici, per l’industria delle costruzioni e per la lavorazione e movimentazione di minerali. Nel settore laterizi è l’unica azienda in grado di realizzare uno stabilimento completo chiavi in mano. Significativa la proiezione internazionale: sono in corso montaggi di impianti completi in Russia, Maghreb, Sud America e Indonesia. Fattura 130 milioni di euro, realizzati per il 90% con l’export, prevalentemente negli Stati Uniti, dove è presente da dodici anni, e in Russia. Occupa circa 300 dipendenti.

Sandro BOSCAINI – 1938 – Verona – Industria vitivinicola
È Presidente di Masi Agricola SpA dal 1978. L’azienda vitivinicola, radicata dal 1700 in Valpolicella, produce e distribuisce vini di pregio ancorati ai valori del territorio delle Venezie. Il brand Masi è uno dei più apprezzati al mondo e i suoi vini pregiati, in particolare gli Amaroni, sono costantemente premiati dalla critica internazionale. Produce 12 milioni di bottiglie, con un export di circa il 90%, e impiega 116 dipendenti. Ha costituito di recente in Argentina una importante realtà vitivinicola, su una superficie di 140 ettari.

Massimo BUCCI – 1951 – Ravenna – Industria meccanica
È Presidente di Bucci Industries Group, da lui fondato nel ’99 e attivo nei settori dell’automazione industriale, delle macchine utensili, della robotica per il packaging e nelle lavorazioni di componenti in carbonio e di materiali compositi avanzati. Grazie alle unità produttive situate in Stati Uniti, Cina e Taiwan e alle filiali commerciali in Francia, Germania, Brasile e Giappone, realizza il 75% del fatturato all’export. Occupa 635 dipendenti in Italia, di cui 100 impegnati in ricerca e sviluppo, e 215 all’estero.

Alberto Armando CANDELA – 1939 – Milano – Industria cancelleria e Belle Arti
È Presidente onorario di F.I.L.A. Group (Fabbrica Italiana Lapis e Affini). L’azienda, fondata a Firenze nel 1920 e guidata dalla famiglia Candela dal 1956, si è affermata fin dalle origini per la produzione di matite da disegno. Sotto la sua direzione, dal 1964 è stata ampliata la produzione a tutta la gamma degli articoli di cancelleria e da disegno. Oggi il gruppo è conosciuto in tutto il mondo per i suoi marchi, tra i quali Giotto, Tratto Pen, Adica Pongo, Lyra, uno dei marchi di matite più antichi al mondo, e Adigraf per inchiostri e incisioni. È presente con 11 stabilimenti produttivi e 19 filiali in Europa, Americhe e Asia. Fattura circa 250 milioni e occupa 2.600 dipendenti, di cui 227 in Italia.

Ettore CASELLI – 1942 – Modena – Servizi finanziari/credito
È Presidente della Banca Popolare dell’Emilia Romagna. Inizia la carriera nel 1964 al Banco di San Geminiano e San Prospero e nel 1987 entra in BPER. Negli anni successivi ricopre ruoli di crescente responsabilità, che lo porteranno alla presidenza nel 2011. Sotto la sua guida, l’istituto affronta un’importante fase di semplificazione, razionalizzazione e aggregazione di altri istituti bancari di rilievo territoriale. Oggi il Gruppo BPER ha oltre 102 mila soci ed è presente in 18 regioni, con circa 1.300 filiali, 12 mila dipendenti e 2 milioni di clienti. Offre assistenza ai clienti che operano sui mercati esteri, grazie a presidi nell’Est Europa e nel Sud-Est asiatico.

Alvaro CESARONI – 1948 – Fermo – Industria meccatronica
È fondatore e Presidente di Sigma SpA. Dopo una carriera tecnica nel gruppo Telecom, nel 1983 fonda Sigma Srl, oggi attiva nella produzione di stampanti a lettura ottica e apparati self service per cambio di valuta, per biglietteria ferroviaria e parcheggi. Ha realizzato un sistema integrato per l’esazione dei pedaggi autostradali e nel ’98 il primo ATM bancomat. È presente con sue unità in Belgio, Francia e Russia. Investe il 15% del fatturato in ricerca e sviluppo e occupa circa 350 addetti, con oltre il 30% laureati.

Gabriele CLEMENTI – 1951 – Firenze – Industria elettronica
È fondatore e Presidente di El.En. SpA, azienda specializzata nella fabbricazione di sistemi laser, nata nel 1981 come spin-off universitario. Oggi il gruppo produce sistemi laser ad alta tecnologia con 3 divisioni: medicale per medicina estetica, industriale per marcatura, taglio e saldatura di lamiere e conservazione per restauro e pulitura delle opere d’arte. È presente in Germania, Francia, Stati Uniti, Brasile, Cina e Giappone, con un export dell’82% del fatturato. Occupa 965 dipendenti, di cui circa la metà in Italia.

Roberto COLOMBO – 1959 – Vercelli – Industria tessile/abbigliamento
È Presidente di Lanificio Luigi Colombo SpA, azienda di famiglia fondata nel 1967, attiva nel settore della filatura tessile e dell’abbigliamento di lusso. È il maggiore tessitore mondiale di cashmere e fibre nobili, con una ricerca di materie prime di eccellenza svolta direttamente nei paesi d’origine. I suoi tessuti vengono utilizzati dalle più famose griffe di moda internazionali tra le quali Hermès, Dior, Gucci, Prada e Max Mara. È anche presente con proprio marchio nell’abbigliamento di lusso per donna, uomo e accessori, realizzato esclusivamente con filati e tessuti prodotti all’interno. Occupa circa 400 dipendenti.

Pierluigi COPPO – 1948 – Novara – Industria complementi d’arredo
È Presidente di Sambonet Paderno Industrie SpA, storici marchi acquisiti nel 1979 e nel 1997, oggi leader nella produzione di articoli di design di alta qualità per la tavola e la cucina, sia per la casa, che per il canale professionale. Dal 2009 ha rilevato Rosenthal e Arzberg, prestigiosi marchi tedeschi del settore delle porcellane da tavola e dei complementi d’arredo e la francese Raynaud di Limoges.  Distribuisce in 95 nazioni e occupa 260 dipendenti.

Francesca COZZANI – 1957 – La Spezia – Industria manufatti in metallo
È Amministratore Unico di Officina Meccanica Cozzani Srl, azienda di famiglia specializzata nella progettazione e produzione di valvole automatiche ad alta tecnologia per compressori per gas e aria. Detiene una posizione di leadership sul mercato nazionale con una quota del 50%. Serve i maggiori costruttori di compressori in Italia, Germania, Francia, Belgio e Austria. È titolare di 7 brevetti e collabora stabilmente con le Università di Pisa, Genova e Politecnico di Torino. Realizza il 61% del fatturato all’export e impiega 110 addetti.

Giampaolo DALLARA – 1936 – Parma – Industria automobilistica
È Presidente di Dallara Automobili SpA. Dopo la laurea in ingegneria aeronautica al Politecnico di Milano, nel 1959 inizia a lavorare alla Ferrari per poi passare a Lamborghini e a De Tomaso. Nel 1972 fonda “Dallara Automobili da competizione”. L’azienda si è affermata come una delle più importanti realtà nella progettazione, produzione e sviluppo di vetture da competizione. È fornitore del 95% delle vetture di Formula 3 e oltre 300 competono nelle varie formule o classi nel mondo. Le sue vetture hanno vinto 8 edizioni della 500 Miglia di Indianapolis. Ha contribuito a costituire il consorzio Formula E per il campionato mondiale delle monoposto elettriche. Occupa circa 150 addetti.

Fabrizio DI AMATO – 1963 – Roma – Servizi di ingegneria
È Presidente di Maire Tecnimont SpA, holding di un gruppo tra i principali contractor di impiantistica e ingegneria industriale su scala globale. Ha contribuito in maniera decisiva alla crescita del Gruppo, nato dall’acquisizione nel 2004 di Fiat Engineering, attiva nei settori energia e infrastrutture, e nel 2005 di Tecnimont, presente nel petrolchimico e nell’oil&gas. Oggi il gruppo opera con 45 società in 30 paesi, per un fatturato di 1,5 miliardi di euro. È titolare di 100 brevetti. Ha realizzato il più grande impianto di gas ad Abu Dhabi, 250 impianti per la produzione di urea e 140 impianti di polipropilene e polietilene nel mondo. Occupa 4.300 dipendenti, di cui il 50% laureati.

Maria Bianca FARINA – 1941 – Roma – Servizi finanziari/assicurazioni
È Amministratore Delegato di Poste Vita e Poste Assicura SpA, società del gruppo Poste Italiane. Dopo l’ingresso in INA nel 1963, ricopre ruoli manageriali crescenti in campo assicurativo fino a divenire nel 2007 Amministratore Delegato di Poste Vita SpA. Sotto la sua guida, Poste Vita raggiunge i 53 miliardi di raccolta complessiva e diventa la prima compagnia in Italia nel settore risparmio e previdenza. Dal dicembre 2015 è Presidente di ANIA, l’associazione tra le imprese assicurative.

Paolo FAZIOLI – 1944 – Pordenone – Artigianato/fabbrica di pianoforti
È fondatore e Presidente di Fazioli Pianoforti, azienda leader nella costruzione di pianoforti a coda e da concerto. Già nel 1982 espone quattro modelli alla Fiera della Musica di Francoforte. Da quel momento l’espansione è continua fino ad arrivare agli attuali 120-130 pianoforti all’anno prodotti con cura artigianale e alta specializzazione. Nel 2005 ha inaugurato nel complesso aziendale la Fazioli Concert Hall, sala per concerti e sala di registrazione tecnologicamente all’avanguardia di 200 posti. I suoi pianoforti sono venduti in tutto il mondo e sono apprezzati dai più famosi artisti. Occupa circa 50 addetti.

Claudio MARENZI – 1962 – Novara – Industria tessile/abbigliamento
È Presidente e Amministratore Delegato di Herno SpA, azienda attiva nella produzione di capi di abbigliamento di alta gamma, fondata dal padre nel 1948. Sotto la sua guida Herno si è trasformata da brand di nicchia a marchio noto a livello globale, abbandonando quasi completamente la produzione conto terzi e affermandosi nell’abbigliamento per le collezioni uomo, donna, bambino. Opera con due stabilimenti a Lesa, esporta il 65% della produzione in tutto il mondo ed è presente con negozi monomarca a Berlino, Londra, Seul, Tokyo e Mosca. Occupa 155 dipendenti.

Carlo MOLTENI – 1943 – Como – Industria arredamento
È Presidente di Molteni SpA, holding di un gruppo specializzato nell’arredo di design. Fondato nel 1934 dal padre, oggi il Gruppo è articolato in 4 aziende operative: Molteni & C. per la casa, Dada per le cucine, Unifor e Citterio per l’ufficio. La produzione si avvale della collaborazione dei più noti designer al mondo, tra i quali Norman Foster, Jean Nouvel, Gio Ponti e Luca Meda ed è realizzata interamente in Italia, in 4 siti da cui escono 120 linee di prodotto. È presente in 600 negozi nel mondo, di cui 40 monomarca. Ha contribuito alla ricostruzione degli arredi del Teatro La Fenice di Venezia. Si avvale di 4 centri di sviluppo e occupa circa 870 dipendenti.

Fulvio MONTIPÒ – 1944 – Reggio Emilia – Industria meccanica
È fondatore e Presidente di Interpump Group, il maggiore produttore mondiale di pompe a pistoni professionali ad alta pressione ed uno dei principali gruppi operanti sui mercati internazionali nel settore dell’oleodinamica. L’azienda nasce nel 1977 e si sviluppa in modo considerevole grazie a innovazioni di progetto e acquisizioni. Negli ultimi 3 anni ha acquisito 7 aziende del settore, 5 in Italia, 1 in UK e 1 in Brasile, e il fatturato è quasi raddoppiato raggiungendo 894 milioni. Oggi il gruppo è presente con suoi stabilimenti anche in Germania, Usa, Cina e India. Realizza il 75% del fatturato all’export e occupa circa 5 mila dipendenti, di cui oltre 2.500 in Italia.

Massimo MOSCHINI – 1954 – Napoli – Industria metallurgica
È Amministratore Delegato di Laminazione Sottile SpA, attiva nella lavorazione di prodotti in alluminio da oltre 90 anni. Oggi Laminazione Sottile è un gruppo composto da 5 aziende integrate in filiera, specializzate nella trasformazione dell’alluminio. Il campo di applicazione dei semilavorati in alluminio spazia dall’imballaggio alimentare all’automotive, dall’edilizia all’industria meccanica e ai condizionatori. Ha avviato rapporti di collaborazione con diversi atenei al fine di migliorare la qualità della materia prima, dei processi e delle applicazioni. Esporta metà della produzione e occupa circa 500 dipendenti.

Paolo NOCENTINI – 1941 – Firenze – Industria spedizioni/logistica
È Presidente e Amministratore Delegato di Savino Del Bene SpA. L’azienda nasce a Firenze nei primi anni del ’900 e si specializza nelle spedizioni per l’alta moda verso gli Stati Uniti. Nocentini è assunto come fattorino centralinista nel ’57, e dopo la promozione a dirigente nel ’77, rileva l’azienda con 4 colleghi e ne diviene successivamente Amministratore Unico. Sotto la sua guida, l’azienda si trasforma in un operatore logistico globale, oggi tra i primi 20 al mondo. Nel 2015 ha movimentato via mare merci per 430.000 tonnellate e 57 milioni di chili per via aerea. Dispone di 148 uffici nel mondo e 67 uffici consociati, oltre a 8 filiali in Brasile, Singapore, Turchia, Malesia e Sud Africa. Occupa 3.250 dipendenti.

Luca Pietro Guido PATANÈ – 1961 – Milano – Industria turismo
È Amministratore Delegato e Presidente dal 1996 del Gruppo Uvet, azienda di famiglia fondata nel 1950 e oggi leader in Italia nella fornitura di servizi e soluzioni innovative per il turismo e i viaggi. Sotto la sua guida nel 2001 conclude con American Express una joint venture che assume posizioni di leadership nell’organizzazione dei viaggi aziendali, meeting ed eventi. Oggi Uvet può contare su un network di 1.550 agenzie nel mondo, di cui 1.350 con marchio Club Viaggi e 200 Last Minute Tour. Occupa 915 dipendenti, di cui circa 650 in Italia.

Pierino PERSICO – 1947 – Bergamo – Industria metallurgica
È Presidente di Persico Group. Inizia a lavorare a 14 anni come apprendista in una fonderia e nel 1976 fonda la Persico, una “modelleria” del legno per la realizzazione di stampi in acciaio utilizzati nelle produzioni in serie. Fortemente orientato all’innovazione e all’impiego dei nuovi materiali, è oggi presente nell’automotive, nella nautica e nella costruzione di satelliti con la progettazione e la costruzione di componenti in alluminio e carbonio ad alta tecnologia ed elevate prestazioni. Tra le sue realizzazioni, lo scafo di Luna Rossa per l’American’s Cup. Fattura circa 100 milioni di euro, con un export dell’80%. Impiega 300 addetti.

Alberto PEYRANI – 1952 – Torino – Industria elettromeccanica
È Presidente dal 1990 di Olsa SpA, attiva da oltre 60 anni nell’automotive con la produzione di fanaleria ed elementi di illuminazione per autoveicoli ed autocarri. Il gruppo Olsa fornisce le principali case automobilistiche a livello mondiale ed è presente con unità produttive in Piemonte e in Germania, Polonia, Turchia, Brasile, Messico e Cina. L’attività di ricerca e sviluppo ha prodotto oltre 30 brevetti italiani e 6 europei. Fattura circa 200 milioni ed occupa oltre 1.600 dipendenti.

Nicola Giorgio PINO – 1949 – Caserta – Attrezzature da trasporto
È Presidente di Proma SpA. L’azienda, nata nel 1980, è attiva nella produzione di componenti per l’industria automobilistica. Nei 16 stabilimenti dislocati in Europa, Africa, Centro e Sud America produce – con largo impiego della robotica – cerniere e serrature, componenti in metallo e strutture di sedili per auto. Oggi il Gruppo fornisce le maggiori industrie nazionali ed internazionali operanti nel settore dell’automotive. Può contare su 2 centri di ricerca. Occupa 2.700 dipendenti, di cui oltre 1.100 in Italia.

Ermenegildo Dino TABACCHI – 1945 – Padova – Industria occhialeria e ottica
È Presidente di Salmoiraghi & Viganò SpA, da lui acquisita nel 2002 e operante nel settore della produzione e della vendita di occhialeria ed ottica. Nata negli anni ’80 dalla fusione tra le aziende Salmoiraghi e Viganò, oggi la società è attiva nella produzione di lenti e montature e nella produzione di strumentazione per la metereologia. Ha una rete commerciale con 444 negozi in tutta Italia, suddivisi tra 319 a marchio Salmoiraghi & Viganò e 125 con il brand VistaSì. Con 1.850 dipendenti, fattura 190 milioni.

Daniela VILLA – 1953 – Lodi – Industria chimica/cosmetica
È Consigliere Delegato di L’Erbolario Srl. L’azienda, leader di mercato in Italia nella cosmesi di derivazione vegetale, nasce a Lodi nel 1978 come Premiata Erboristeria Artigiana. Nel retro del piccolo negozio, Franco Bergamaschi e la moglie Daniela Villa realizzano i loro primi cosmetici, grazie all’ausilio di vecchi e collaudati ricettari di famiglia. Nel 1994 L’Erbolario trova la sua sede definitiva nel verde del Parco Adda Sud. Oggi è in grado di fornire 5.500 erboristerie e farmacie. Riserva grande attenzione all’etica e alla sostenibilità ambientale, con una filiera cortissima e una produzione interamente realizzata in Italia. Occupa 160 dipendenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.