BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Cinquecento magliette colorate saranno simbolo degli studenti: il ricavato in beneficenza foto

500 magliette colorate, ognuna in modo unico, da vendere ad un prezzo simbolico agli studenti bergamaschi per poter donare il ricavato in beneficenza.

Più informazioni su

Dall’ anno scorso la Consulta Provinciale Studentesca di Bergamo ha messo in cantiere il progetto di acquistare delle magliette e colorarle per poi rivenderle e devolvere il ricavato in beneficenza.

Quest’anno siamo riusciti a finire il cantiere e a produrre cinquecento di queste magliette.

Oltre alla volontà di donare in beneficenza il ricavato della vendita, dietro a queste magliette c’è anche quella di dare agli studenti bergamaschi un simbolo di identità e di appartenenza alla comunità sulla quale spesso si appoggiano le speranze per il futuro, ma senza “omologarli”. Ogni maglietta, infatti, è colorata in modo diverso.

Le t-shirt sono state donate alla Consulta dall’azienda di pulizie Fremar, che ha speso molte parole per ricordarci quanto sia importante nella vita darsi da fare anche nel proprio piccolo, sia che si amministri un’azienda sia che si rappresenti tutti gli studenti bergamaschi: le magliette sono state tutte colorate all’ Esperia dove, nei laboratori dell’ istituto tessile, si sono trovati diversi gruppi di studenti nei caldi pomeriggi di aprile.

Magliette consulta

La si arrotola, la si spruzza con i tre colori primari e la si stende ad asciugare (il tutto immerso in un’ atmosfera di risate e voglia di fare): una volta asciugata le si fa un bagno per fissare i colori e la si lascia asciugare ancora una volta e voilà, 500 magliette tutte diverse una dall’altra pronte per la loro missione.

Finora ne abbiamo vendute più di un centinaio, al prezzo simbolico di 5 euro, alla giornata della musica, vi aspettiamo il 4 di giugno alla giornata dell’arte al Polaresco.

Marco Balestra

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.