BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ortofrutta

Informazione Pubblicitaria

Fresco e saporito, è la stagione dell’aglio: ideale per la pasta alla trapanese fotogallery

È l’aglio fresco il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Disponibile in abbondanti quantitativi, per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia si può trovare a un conveniente rapporto tra qualità e prezzo.

Caratterizzato dal tipico aroma intenso, è dotato di molte proprietà benefiche per la salute e il benessere. Innanzitutto, è un antibatterico naturale e antiparassitario, alleato nel combattere i parassiti comuni che colpiscono l’intestino dei più piccoli. Inoltre, svolge un’azione disintossicante del fegato, aiuta ad abbassare la pressione arteriosa e ha un effetto vasodilatatore riducendo la probabilità di formazione dei trombi.

Grazie alla presenza di allicina, invece, darebbe sollievo in caso di mal di denti e infiammazione gengivale. Secondo alcune ricerche, infine, l’aglio contribuirebbe a ridurre il colesterolo e la glicemia nel sangue, e conterrebbe preziose sostanze antiossidanti, utili per combattere i radicali liberi e nella prevenzione del cancro. Ricco di potassio, vitamine (B e C), acido folico e sali minerali (ferro e zolfo), generalmente viene indicato nelle diete ipocaloriche perché ha la capacità di sciogliere le cellule adipose e accelerare il metabolismo.

In cucina, si può gustare crudo o cotto, marinato o sotto la cenere e insaporisce qualsiasi piatto con cui viene a contatto. Ad esempio, può essere aggiunto a sughi, zuppe e insalate, per preparare la pastasciutta aglio, olio e peperoncino, appetitose bruschette, polpette e per insaporire i secondi. Per ripulire l’alito dopo averlo consumato, basta masticare una foglia di salvia, una fogliolina di menta, un chicco di caffè o semini di anice. Per evitare la diffusione in casa dell’odore intenso quando viene cucinato, si può adoperare lo spicchio d’aglio rivestito con la sua “buccia” oppure tenerlo in ammollo nel latte per qualche ora.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo si nota un significativo aumento della disponibilità di albicocche con origine nazionale: la qualità è in evidente miglioramento e c’è un velocissimo, quasi giornaliero turn over delle differenti varietà. Le quotazioni, nel complesso, risultano in flessione, soprattutto per il prodotto spagnolo che non regge il confronto con quello italiano.

Intanto, è in grande fermento il mercato delle ciliegie per le quali di giorno in giorno mutano considerevolmente le condizioni commerciali a causa dell’instabilità metereologica che vede protagonista buona parte degli areali produttivi. Purtroppo, è compromessa la stagione della varietà “ferrovia” con origine pugliese a causa di una violenta grandinata verificatasi la scorsa settimana, mentre fenomeni meno intensi e più circoscritti hanno colpito anche altre regioni fortemente vocate alla cerasicoltura, con danni meno ingenti per i raccolti. Prezzi e qualità sono in linea alla storicità delle differenti stagioni: è difficile inquadrare un valore comune per la specie in quanto ci sono troppe variabili che ne determinano l’effettivo valore (varietà, pezzatura, colore, luogo di provenienza e confezione).

Voltando pagina, si registra una forte contrazione per l’offerta di nespole con quotazioni in fisiologico aumento: con ogni probabilità potrebbero essere queste le ultime partite offerte e attualmente i consumatori preferiscono le albicocche.

Sono favorevoli le condizioni di mercato delle pesche nazionali, mentre per le nettarine, a parità di pezzatura e qualità, si evidenziano prezzi nettamente superiori: per loro, a mancare è soprattutto il prodotto nazionale.

Si annota un nuovo brusco tonfo delle quotazioni delle fragole, soprattutto per i raccolti provenienti dall’Italia centromeridionale, mentre i primi arrivi dagli areali produttivi delle regioni settentrionali sembrano confortare maggiormente la produzione.

Grazie all’aumento delle temperature giornaliere cresce l’interesse per le angurie, per ora soprattutto con origine siciliana. Buona la richiesta di meloni: all’ottimo prodotto siciliano si affiancano le primissime partite di quello mantovano. I produttori, però, lamentano un problema durante l’allegagione dei primi frutti, sicuramente causata da una scarsa impollinazione dei fiori, che potrebbe, a breve generare un vuoto nell’offerta.

Per le verdure risultano in flessione le quotazioni dei peperoni, disponibili soprattutto con origine olandese ed è particolarmente conveniente il prezzo del pomodoro grappolo. Sono sempre freschissime, poi, le verdure offerte dai coltivatori locali. Per concludere, aumentano in maniera consistente i prezzi dei broccoletti, del resto siamo a fine stagione e la disponibilità di prodotto è veramente poco significativa.

La ricetta della settimana a cura delle nostre Amichesciroppate 

Ingredienti x 2 persone

180 g. di pasta

2/3 pomodori maturi

2 spicchi d’aglio

20 mandorle pelate

10 foglie di basilico

Olio evo q.b.

Sale q.b.

Pepe q.b.

1 cucchiaio di pecorino

Pasta alla Trapanese

Su il cappello

Per prima cosa preparate il vostro mixer, sarà lui il protagonista di questa ricetta.

Mettete a bollire l’acqua per la pasta e in un’altra pentola dell’acqua per sbollentare i pomodori.

Pulite l’aglio, dividetelo in due (nel senso più lungo) ed eliminate l’anima, mettetelo nel robot da cucina con il basilico, frullate per un minuto.

Aggiungete al trito le mandorle, e la polpa dei pomodori, che avrete sbollentato per privarli della pelle, mixer inazione per un paio di minuti, fino ad ottenere una salsa omogenea.

Trasferite il composto in una ciotola, aggiungete il pecorino e aggiustate di sale, pepe e olio.

Scolate la pasta e conditela con questo battuto aromatico, perfetto anche per una pasta fredda, magari da servire durante un aperitivo rinforzato….

I profumi sono quelli del mediterraneo, che accompagnati ad un buon bicchiere di vino bianco, rigorosamente freddo, risvegliano dentro di noi la consapevolezze che non vi è alcun posto al mondo migliore della nostra Italia….. Se ci invitate portiamo il vino.

Pasta alla Trapanese

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.