BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Tentorio: Alfano mi promise 30 poliziotti, stiamo ancora aspettando

L'ex sindaco Franco Tentorio apprende "con un misto tra incredulità e soddisfazione" la lettera di Ministro Angelino Alfano che ha scritto al Comune di Bergamo affermando di essere "disponibile ad aumentare le forze di Polizia" in città.

“Disponibile ad aumentare le forze di Polizia” così il Ministro dell’Interno Angelino Alfano risponde, in una lettera datata 4 maggio 2016, alla richiesta dell’Amministrazione comunale di potenziare le forze di Polizia nella provincia di Bergamo. A queste disponibilità arriva puntuale il commento dell’ex sindaco di Bergamo, Franco Tentorio, creditore della stessa promessa fatta dal ministro Alfano.

“Ho letto con un misto tra incredulità e soddisfazione – afferma Tentorio – la lettera che il Ministro Angelino Alfano ha inviato al Comune di Bergamo in cui promette: “nell’ambito delle assegnazioni di personale in programma a giugno non si mancherà di considerare la possibilità di un incremento del personale della locale Questura”. Se la promessa diventerà realtà potremo dire “finalmente”. Ricordo che, nell’incontro che ho avuto come Sindaco con il Ministro Alfano nell’aprile 2014, mi aveva formalmente promesso l’invio di 30 nuovi poliziotti in provincia di Bergamo, dato che l’organico, peraltro fermo al 1989, è in realtà sottodimensionato del 20%”.

“Poi ci sono state le elezioni, i miei successori hanno perso i contatti con il Ministro e sono un paio di mesi fa hanno provveduto finalmente ad un sollecito formale – conclude Tentorio -. Ora si tratta di non mollare la presa e di pretendere il rispetto delle promesse. Che siano poliziotti, carabinieri o alpini, va sempre bene. Perché non dimentichiamo che il bisogno di sicurezza – reale o percepita – è il più sentito anche da parte della gente bergamasca”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.