BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Stati Generali della Scuola Digitale, l’assessore Poli: “Bergamo tra le più attive in Italia” video

Le migliori esperienze della scuola del futuro in Italia a confronto in una giornata di lavoro alla Fiera di Bergamo: sono gli Stati Generali della Scuola Digitale, in programma il 26 maggio 2016 a partire dalle ore 8.30 in via Lunga e organizzati da Comune di Bergamo, Ufficio Scolastico per la Lombardia Bergamo, Fondazione TIM e Associazione Impara Digitale, in collaborazione Ente Fiera Promoberg, Associazione BergamoScienza e con il patrocinio della Provincia di Bergamo.

Il programma della giornata è molto articolato: dopo l’apertura istituzionale, nella quale intervengono il Sindaco di Bergamo Giorgio Gori, il sottosegretario del MIUR Davide Faraone, Sottosegretario del MISE Ivan Scalfarotto, il vicepresidente della Fondazione TIM Alberto Mingardi e la dirigente dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo Patrizia Graziani, si entra nel vivo con un approfondimento sul cambiamento della scuola tra tradizione e innovazione (spiccano i relatori Roberto Cavallaro dell’Ospedale San Raffaele, Giuseppe Riva dell’Università Cattolica, Marco Gui dell’Università Bicocca e Laura Galimberti, coordinatore edilizia scolastica della Presidenza del Consiglio dei Ministri) e sul piano nazionale della scuola digitale con Donatella Solda, dell’Ufficio di Gabinetto del MIUR, e Damien Lanfrey, capo dell’area innovazione del MIUR.

“Alla fine del primo anno scolastico di applicazione del piano nazionale “scuola digitale” è il momento di fare una prima valutazione delle azioni introdotte” – spiega Loredana Poli, Assessore all’Istruzione del Comune di Bergamo – “Abbiamo fortemente voluto Bergamo come sede di questo confronto perché la scuola bergamasca è una delle più attive del nostro Paese. La nostra Amministrazione ha investito in infrastrutture innovative, raggiungendo con la fibra ottica tutti e 55 i plessi scolastici comunali, ma anche sostenendo la formazione dei docenti attraverso la convenzione stipulata con l’Associazione Centro Studi Impara Digitale, ente di formazione riconosciuto dal MIUR a cui abbiamo anche trovato una sede in città.”

Nel pomeriggio i lavori proseguono con il dibattito sulle metodologie di apprendimento, con Dianora Bardi dell’Associazione Impara Digitale, e Mila Spicola della segreteria del MIUR, e la presentazione da parte del direttore generale di Fondazione TIM Marcella Logli della piattaforma Curriculum Mapping, il nuovo ambiente web creato da Fondazione TIM e da ImparaDigitale per la programmazione didattica per competenze, che è stato reso disponibile da oggi a tutti i docenti italiani in forma totalmente gratuita.

“Fondazione TIM è impegnata nella realizzazione di progetti che sviluppino strumenti e metodologie a supporto dell’educazione e della scuola digitale per insegnanti e studenti. – sottolinea Marcella Logli, Direttore Generale Fondazione TIM – Curriculum Mapping rappresenta la frontiera dell’impegno di Fondazione nella volontà di generare valore e progresso per il sistema scolastico nazionale”.

Dalle 13 le scuole presenteranno esempi e buone pratiche su nuovi ambienti di apprendimento e metodologie per il digitale a scuola. Dalle 15.30 partono i gruppi di lavoro tematici su vari temi, come tecnologia e conoscenza del territorio, creatività e cultura dell’innovazione a scuola.

“A un anno dal lancio del Piano Nazionale Scuola Digitale “– osserva Dianora Bardi dell’Associazione ImparaDigitale, pioniere del cambiamento digitale della scuola in Italia – l’appuntamento degli Stati generali è un momento fondamentale di confronto e di dialogo tra tutti gli attori dell’innovazione nel mondo scuola verso una didattica per competenze centrata sullo studente come protagonista del proprio apprendimento. In questo ambito ImparaDigitale contribuisce con la sua esperienza di formazione dei docenti e di aggregazione di modelli innovativi di utilizzo del digitale in chiave didattica, concretizzata nell’esperienza dei Tablet School che in questi anni hanno fatto emergere – e continueranno a farlo – le sperimentazioni di eccellenza in tutta Italia”.

Gli Stati Generali della Scuola Digitale sbarcano alla Fiera di Bergamo pochi giorni dopo la chiusura di Spring Agorà di AEGEE, un evento rivolto a ben 1200 giovani universitari di tutta Europa, e precede di qualche settimane il Campus Party, il più grande festival sui temi dell’innovazione digitale e che per la prima volta sbarca in Italia. “Bergamo è quindi la città giusta per ospitare gli Stati Generali: – commenta Stefano Cristini, direttore dell’Ente Fiera Promoberg – l’Amministrazione è al lavoro, in sinergia con altri attori del territorio, come appunto Ente Fiera Promoberg, per rendere Bergamo città sempre più smart e innovatrice”.

“Abbiamo fortemente voluto questa manifestazione – spiega Patrizia Graziani, dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale di Bergamo – che darà evidenza alla volontà delle nostre Scuole di partecipare alla “sfida del digitale”, supportati dalle Istituzioni e dalle realtà produttive nel perseguire l’obiettivo, raggiungibile solo con una sinergia di intenti e azioni, di trasformare Bergamo in territorio digitale. Obiettivo prioritario è migliorare l’offerta agli studenti di una didattica realmente efficace che sappia raccogliere strumenti, stimoli, provocazioni e benefici che la società ci offre e chiede , offrendo occasioni per capire, comprendere, interagire, compiere scelte consapevoli nel contesto culturale e civile odierno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.