BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

L’avvocato di Bossetti: “Nell’ultima udienza convincerà la Corte che è innocente” fotogallery video

"Secondo me sarebbe utile che parlasse in aula, perché è molto convincente, parla con il cuore e si capisce che sta dicendo la verità”

Si avvicina alla conclusione il processo aa Massimo Giuseppe Bossetti, il carpentiere di Mapello imputato per il brutale delitto di Yara Gambirasio. Nell’udienza di venerdì 27 maggio è in programma la requisitoria dei due avvocati del 45enne, Claudio Salvagni e Paolo Camporini.

Proprio Salvagni è intervenuto ai microfoni della trasmissione “Legge o giustizia”, condotta da Matteo Torrioli su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano: “Se Bossetti dovesse decidere rilasciare dichiarazioni spontanee in aula, lo farà nell’ultimissima udienza, il 10 giugno –ha affermato Salvagni-. Secondo me sarebbe utile che parlasse in aula, perché è molto convincente, parla con il cuore e si capisce che sta dicendo la verità”.

Salvagni farà la sua requisitoria nell’udienza di venerdì. “Non è importante suonare una sinfonia, ma suonare l’accordo giusto –ha spiegato Salvagni-. Le cose importanti sono poche ed è facile evidenziarne. Poi ovviamente l’arringa dipende dal momento. Noi abbiamo invocato perizie su tutto, la difesa non ha mai temuto il confronto. Per noi l’accertamento della verità è imprescindibile in un processo come questo in cui l’imputato rischia l’ergastolo, che in Italia è la pena di morte. Questo processo rimane un punto interrogativo su tutto”.

In merito alle minacce ricevute dal pm Letizia Ruggeri e e la Corte d’Assise chiamata a giudicare. “Lo scontro deve essere aspro, però razionale e logico, non deve mai sconfinare in situazioni fuori controllo come questa. Queste sono aberrazioni che condanno in maniera netta” ha affermato Salvagni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.