BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Riduco, riuso, riciclo: Bergamo si fa green per il Festival dell’Ambiente

Più informazioni su

Tutto è ormai pronto per la quinta edizione del Festival dell’Ambiente di Bergamo, organizzato dall’Associazione Festival dell’Ambiente in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente, Politiche energetiche e Verde pubblico del Comune di Bergamo: la manifestazione, che si terrà dal 27 al 29 maggio 2016, colorerà di verde il centro della città, in un weekend interamente dedicato alla green economy.

Tre giorni di esposizioni, mostre, convegni, spettacoli, laboratori dedicati tanto ai professionisti del settore e alle pubbliche amministrazioni, quanto ai privati cittadini e alle famiglie. Un incontro tra persone, idee ed esigenze per individuare le strade percorribili in ambito di ecologia, le nuove tecnologie, i valori e le opportunità per una produzione sostenibile che è già caratteristica distintiva del lavoro di molte imprese presenti sul territorio bergamasco.

Tema di quest’anno: riduco, riuso, riciclo, una triade che porta con sè un’idea di economia circolare che elimini lo scarto, qualificandolo come risorsa.

Il Festival si conferma così un momento d’incontro e di scambio, finalizzato alla diffusione di buone pratiche e stili di vita e di consumo corretti. Significativi gli appuntamenti in programma per la quinta edizione del Festival dell’Ambiente, che quest’anno offre a Bergamo tante occasioni imperdibili per chi è sensibile alle tematiche ambientali, anche grazie a enti, istituzioni e organizzazioni che hanno aderito in modo entusiastico a questa avventura, tra cui si segnala il coinvolgimento sempre più importante di Regione Lombardia.

Dai laboratori ai convegni, dalle attività ludiche alle degustazioni, ognuno potrà trovare al Festival dell’Ambiente tanti spunti interessanti di riflessione e occasioni di svago e divertimento.

Il Quadriportico del Sentierone sarà teatro di due convegni: venerdì 27 maggio, giorno di apertura del Festival, alle 17.00 si parlerà di economia circolare. Moderato dal Sindaco di Bergamo Giorgio Gori, l’incontro dal titolo “L’ambiente chiama, l’economia circolare risponde. Dove finiscono i prodotti che ricicliamo? La nuova vita dei rifiuti” imprese e istituzioni che trovano in questo ambito un terreno favorevole alla crescita della loro attività economica, concentrando il loro sviluppo sul riciclo dei rifiuti o sul riuso degli scarti dei processi industriali, perché questi diventino materia prima per altri processi produttivi.

Sabato 28 maggio si terrà invece un convegno sullo spreco alimentare, a partire dalla presentazione della legge parlamentare dedicata all’argomento, approdata alla Camera nel mese di marzo, cui seguiranno gli interventi di esponenti dei Comuni capoluogo delle province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova, per poi passare a progetti di cooperative o associazioni che da anni operano in questa direzione. L’incontro “Spreco Alimentare no grazie. Buone pratiche a confronto”, si svolgerà in contemporanea con il Mercato della Terra di Slow Food in Piazza Dante, all’insegna di prodotti e produttori che rispettano la qualità della filiera produttiva, la stagionalità e i tempi della natura.

L’edizione 2016 dedica un’attenzione particolare ai più piccoli. Piazza Vittorio Veneto ospiterà un’area kids allestita appositamente per loro, che nelle giornate di sabato e domenica proporrà eco-laboratori e attività ludico-didattiche a tema green. Quest’anno l’area bambini è stata affidata nella progettazione e nella realizzazione all’associazione moBLArte, che in collaborazione con l’Orto Botanico di Bergamo “Lorenzo Rota”, ha deciso di riconfigurare la piazza come un grande cantiere a cielo aperto. Materiali di scarto diventano la chiave per ripensare la città in modo sostenibile, rendendo l’area una vera e propria installazione collettiva in progress, dove ognuno potrà intervenire nella costruzione, spostando, assemblando, creando quartieri, palazzi, strade, parchi.

L’Orto Botanico porta il suo segno attraverso un allestimento di piante autoctone, che permetteranno di circoscrivere lo spazio e di vivere un’atmosfera contenuta, intima e naturale. In occasione del Festival, proporrà inoltre un’apertura straordinaria di Astino con visita guidata, su prenotazione nel pomeriggio di sabato. Il complesso sarà raggiungibile anche in bicicletta, con una pedalata organizzata dall’associazione Aribi che partirà dal Sentierone e si snoderà lungo percorsi protetti.

In concomitanza con il Festival, verrà proposto in città il progetto Mangio Sostenibile, che vede uniti il Comune di Bergamo, Ascom, Confesercenti, Aprica e ATB per sensibilizzare cittadini ed esercenti alle buone pratiche da adottare nel settore della ristorazione. In particolare, nella serata di sabato, piazza Dante si trasformerà in un ristorante a cielo aperto, pronto ad accogliere i cittadini per una cena a lume di candela: perché l’attenzione all’ambiente passa attraverso i più comuni gesti quotidiani, da condividere insieme.

Festival dell’Ambiente di Bergamo: tre giorni di partecipazione e green economy nel centro della città per continuare il confronto tra cittadini, imprese e amministrazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.