BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

PortArti, il liceo Lussana porta in città le iniziative degli studenti foto

L'evento che vuole sollecitare studenti di varie scuole a mostrare, confrontare e migliorare le proprie competenze comunicative ed ideative, “portando” la scuola all’esterno delle aule, direttamente nella città.

PortArti è il nome del progetto del quale il liceo scientifico Lussana di Bergamo si è fatto promotore.

Molto più che un semplice festival, è infatti stato ideato e realizzato da un un gruppo di studenti compresi tra i 16 e i 19 anni, capeggiati dal coordinatore Tommaso Totaro.

Partito a Dicembre con le prime riunioni a scuola, il progetto è decollato in soli 5 mesi grazie all’entusiasmo e alla voglia di creare degli studenti-organizzatori del festival che si terrà il 28-29 maggio in Piazza Pontida nel centro della città (in caso di pioggia l’evento si sposterà allo spazio Polaresco, ndr).

L’idea del progetto è nata dalla costatazione che ciascuna realtà scolastica bergamasca mostra al suo interno grande vivacità e proprie peculiarità, ma che, finora, non vi è mai stato alcun tentativo integrato di far interagire più scuole fra loro e, soprattutto, di farle uscire allo scoperto in ambito cittadino, aprendo una “porta” su alcune delle tante iniziative studentesche.

Un evento che vuole sollecitare studenti di varie scuole a mostrare, confrontare e migliorare le proprie competenze comunicative ed ideative, “portando” la scuola all’esterno delle aule, direttamente nella città.

Il festival comincerà sabato mattina con workshop teatrale e videomaker. Saranno anche presenti le migliori band scolastiche bergamasche, che faranno da accompagnamento all’aperitivo che chiuderà la giornata. L’evento continuerà domenica, con partecipi gli studenti del Liceo classico Sarpi e del Liceo scientifico Mascheroni, con dibattiti e la presentazione alla cittadinanza dei progetti di Startcup. Ossia: prototipi, programmi o sistemi gestionali che mirano alla risoluzione di un problema concreto. Gli elaborati verranno poi esaminati da una giuria e il migliore fra questi  verrà premiato pubblicamente.

L’evento vede tra i partners Fondazione Cariplo-progetto LAIV, Fondazione Banca Popolare di Bergamo onlus e il Comune di Bergamo.

Lussana

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.