BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gianfelice Rocca invita gli industriali a impegnarsi per il Sì al referendum

In un'intervista a Dario Di Vico sul Corriere della Sera il presidente di Assolombarda Gianfelice Rocca si sbilancia sul referendum costituzionale, di più, invita gli industriali a impegnarsi per il Sì.

In un’intervista a Dario Di Vico sul Corriere della Sera (leggila tutta qui) il presidente di Assolombarda Gianfelice Rocca si sbilancia sul referendum costituzionale, di più, invita gli industriali a impegnarsi per il Sì.

“L’Italia ha provato per ben cinque volte a riformare la Costituzione e non ci siamo riusciti. Per questo spero proprio che al referendum costituzionale prevalga il Sì e penso che gli industriali dovrebbero impegnarsi in questo senso”. Gianfelice Rocca è nel suo ufficio in Assolombarda e ha tanta voglia di ragionare sull’agenda delle priorità del Paese. “Sono per il sì per le stesse ragioni che ha illustrato Giovanni Bazoli. Dobbiamo riallineare regole e ricerca dell’efficienza, recuperare rapidità legislativa e subito dopo migliorare nell’implementazione delle norme che ci diamo. Serve un salto di velocità da 1 a 10. Per l’economia è vitale”.
Anche se questo recupero di velocità dovesse andare a scapito delle autonomie come lamenta il documento dei 56 costituzionalisti per il No? gli chiede Di Vico.
“È chiaro che il nostro Paese vanta una storia positiva di articolazione locale a cui ha fatto seguito un periodo orientato non alla cooperazione amministrativa ma alla conflittualità politica. Eviterei però di sfiduciare le autonomie per gli errori che in tante hanno fatto, la burocrazia centrale non è una risposta convincente. L’innovazione nelle società moderne viene quasi sempre dal basso. Quindi dico Sì con l’impegno a riproporre più avanti una riflessione sull’articolazione dei poteri tra centro e periferia, senza dimenticare la Ue”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.