BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Evento Aegee, mille ragazzi europei lasciano Bergamo: “Conquistati dalla città, torneranno”

Spring Agora Bergamo si è appena conclusa: "E' stata un'esperienza che ha rafforzato legami e creato nuove amicizie. Sono certo che rimarrà indelebile del cuore di chiunque ne abbia fatto parte". Queste le parole piene di orgoglio ed emozione del coordinatore dell'evento, Paolo Ghisleni.

Spring Agora Bergamo si è appena conclusa: “Tutti, volontari e partecipanti, lasciamo la meravigliosa Fiera di Bergamo con l’amaro nel cuore, quello stesso amaro di chi sa che un’esperienza così bella, così complessa e così ricca di soddisfazioni è finita prima che ce ne rendessimo conto”. Parole di Paolo Ghisleni, coordinatore dell’evento che da sabato 18 a domenica 22 maggio ha portato sotto le mura venete quelli che sono già stati ribattezzati i ‘nuovi Mille’: 1200 ragazzi europei che hanno parlato di Europa unita, senza frontiere e distinzioni.

Si tratta dell’assemblea parlamentare di Aegee: la più grande associazione studentesca europea che affonda le proprie radici in oltre 200 città e 40 nazioni, per un bacino d’utenza che coinvolge in attività di scambio culturale circa 13.000 membri (leggi qui).

“Tutto è andato meravigliosamente – continua Paolo – i ragazzi stranieri sono rimasti affascinati dalla location della Open Ceremony, il maestoso teatro Donizetti, dall’organizzazione di quella splendida serata, dalla comodità e bellezza della Fiera di Bergamo, e dalla cura che ogni singolo volontario ha messo in ogni particolare. Sono sicuro che prima o poi torneranno. Insomma, non potevo aspettarmi di meglio per questi cinque giorni. E’ stata un’esperienza incredibile durante la quale si è davvero avvertita quell’Europa unita e senza confini che da sempre ogni antenna di AEGEE promuove. E’ stata un’esperienza che ha rafforzato legami e creato nuove amicizie. E’ stata un’esperienza indimenticabile che sono certo rimarrà indelebile del cuore di chiunque ne abbia fatto parte. Grazie a tutti per aver avuto, insieme a me, fiducia in questa pazzia, fiducia in questo progetto, fiducia, in questa nuova visione dell’Europa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.