BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dalle video-guide museali alle molecole antitumorali, 60 startup incontrano gli operatori finanziari

Imprese innovative, oltre mille in Lombardia. A Milano il 67%, a Brescia Bergamo quasi il 10%.

Un videogioco su web che, in 10 minuti, è in grado di identificare e misurare le soft skills del giocatore; un dispositivo cardiovascolare con l’obiettivo di migliorare la qualità e la durata di vita di pazienti affetti da insufficienza cardiaca o all’invenzione di molecole antitumorali.

E poi dalla possibilità di ritrovare il proprio oggetto smarrito ovunque ci si trovi insieme alla novità di indossare “occhiali da Luna” anche notturni per migliorare la visione in condizioni di luce scarsa, alle video – guide museali per smartglass e alla scelta di un ristorante partendo dal piatto di cui si ha voglia. Sono solo alcuni dei temi che le 60 eccellenze imprenditoriali lombarde di nuova costituzione porteranno all’evento “Start & Finance: le eccellenze lombarde incontrano i capitali”. Il progetto è stato realizzato dal Consorzio Camerale per il Credito e la Finanza, in stretta collaborazione con Unioncamere Lombardia, Camera di commercio di Milano, Camera di commercio di Monza e Brianza e AIFI.

Le startup innovative in Lombardia. Sono 1.139 le imprese, tra start up e PMI, che operano nel campo dell’innovazione tecnologica in Lombardia e rappresentano il 22% del totale italiano (5.163). Milano è la provincia più innovativa con 764 imprese, pari al 67% regionale e al 15% italiano. La seguono a livello regionale Brescia (98 imprese innovative, 8,6% lombardo), Bergamo (84, 7,4%), Monza e Brianza e Pavia e in Italia Roma (8,5%), Torino (5%), Napoli e Bologna. Questo spaccato emerge da un’elaborazione Camera di commercio di Milano su dati registro imprese a fine gennaio 2016.

Lunedì il progetto Start & Finance: le imprese lombarde incontrano i capitali. Lunedì 23 maggio, a partire dalle 9.30, presso la Camera di Commercio di Milano- Palazzo Turati, avrà luogo l’iniziativa “Start & Finance: le eccellenze lombarde incontrano i capitali”, finalizzata a far incontrare i promotori di 60 startup lombarde iscritte al Registro delle Imprese con un panel di investitori individuati sulla base delle caratteristiche del fabbisogno finanziario riscontrato per le imprese.

L’occasione, oltre a fare conoscere agli startupper le opportunità che oggi offre il mercato dei capitali, prevede un momento di networking in cui le neo imprese presenti potranno confrontarsi con gli sponsor del territorio. Il progetto che anima l’evento è stato realizzato avvalendosi del database AIDA per selezionare le 60 startup più promettenti, facilitandone l’accesso a risorse finanziarie. Per dare forma all’iniziativa è stato realizzato un matching tra le imprese nascenti e i principali attori finanziari, sulla base di schede sintetiche delle startup aderenti al progetto e delle esigenze di quest’ultime.

Leggi qui il programma: Programma Start & Finance (1)

Gli incontri di networking saranno preceduti da una presentazione con: Elena Vasco, Segretario Generale Camera di Commercio di Milano, Roberto Valente, Responsabile Area Imprese di Unioncamere Lombardia, Anna Gervasoni, Direttore Generale AIFI, Roberto Calugi, Direttore Consorzio Camerale per il credito e la finanza, Marco Brusamolino CEO della startup CercaOfficina.
Le 60 start up lombarde partecipanti. 38 su 60 startup del progetto “Start & Finance: le eccellenze lombarde incontrano i capitali” sono di Milano; segue Monza-Brianza sul cui territorio germoglia il 18%; terze a parità Pavia e Como, hub di 3 imprese.

Il settore dei servizi, con il 67% (40) delle attività aderenti all’iniziativa, è il più diffuso: 26 di queste realtà sono milanesi. Il 18% (11) delle startup partecipanti rientra nel comparto dell’industria e dell’artigianato, 3 compaiono a Monza-Brianza. 8 su 60 (13%), tutte radicate su suolo milanese, sono le imprese che fanno parte del settore del commercio. Per quanto riguarda i territori lombardi, le 3 startup pavesi e comasche possono essere ricondotte nella categoria dei servizi. Bergamo partecipa con due imprese: la prima, come Varese, legata al settore dei servizi e una seconda, come Lecco, inerente all’industria e dell’artigianato. Sette le startupper femminili.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.