BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Calunniato da Bossetti per l’omicidio di Yara: “Voglio 100mila euro”

“Voglio 100mila euro da Bossetti per le gravi calunnie a me rivolte”. L’udienza di venerdì 20 maggio del processo per il delitto di Yara Gambirasio si è aperta con la richiesta di risarcimento dell’avvocato Carlotta Biffi, legale di Massimo Maggioni.

Maggioni è il collega che il carpentiere di Mapello aveva calunniato riguardo l’omicidio della ragazzina.

In particolare Bossetti, nel corso di un interrogatorio in carcere un paio di settimane dopo l’arresto, di aver preso uno straccio sporco del suo sangue dal cantiere in cui lavoravano e di averlo trasferito sul cacadavere di Yara. Un modo per farlo accusare del delitto e vendicarsi così su di lui per alcuni screzi lavorativi.

Bossetti aveva poi corretto il tiro nel corso di una deposizione spontanea al processo, in cui aveva detto di non voler accusare nessuno del delitto.

L’avvocato di Maggioni ha parlato però di accuse gravi e infamanti, che hanno stravolto la vita del suo assistito. Per questo ha chiesto un risarcimento di 100mila euro e in subordine almeno 50mila euro più il pagamento delle le spese processuali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da francesca_bassu

    e r g a s t o l o