BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Belli, buoni e salutari: al mercato spuntano i fiori di zucchina foto

Freschi e leggeri, sono i fiori di zucchina il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Disponibili in abbondanti quantitativi, per la propria spesa dal fruttivendolo o dall'ambulante di fiducia si possono trovare a un ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

Freschi e leggeri, sono i fiori di zucchina il prodotto della settimana al mercato ortofrutticolo bergamasco. Disponibili in abbondanti quantitativi, per la propria spesa dal fruttivendolo o dall’ambulante di fiducia si possono trovare a un ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

Si tratta di una verdura semplice ma dotata di molte virtù e proprietà benefiche per la salute e il benessere dell’organismo. Innanzitutto, sono ricchi di vitamine (A, B1, B2, B3, B9 e C) e sali minerali (ferro, magnesio e potassio), ma non mancano di calcio e fosforo, che li rendono indicati anche per i bambini. Sono utili, quindi, anche per le persone che soffrono di osteoporosi. Secondo alcune ricerche, infine, aiuterebbero il sistema immunitario alimentando la formazione dei globuli bianchi, stimolerebbero gli enzimi anticancerogeni, contribuirebbero a proteggerci da alcuni problemi della vista come la cataratta e ad evitare l’ossidazione del colesterolo.

Distinti dal sapore delicato e dall’estrema versatilità, in cucina si possono consumare fritti, pastellati oppure cotti al forno, ma sono ottimi anche abbinati alla pasta, farciti con formaggio e prosciutto o in versione vegetariana con le verdure. In alternativa, possono essere aggiunti nelle zuppe oppure inseriti nelle insalate a crudo per renderle più gustose. Una delle operazioni più importanti quando si preparano i fiori di zucchina è la pulizia: sono molto delicati e basta poco per rovinarli. Pulirli è semplice: bisogna aprirli con delicatezza, eliminare il pistillo, togliere la parte dello stelo, lavarli con acqua fredda e poi lasciarli asciugare. Un consiglio per la scelta: quando si acquistano non è necessario che i fiori siano aperti o chiusi, in quanto la forma non altera il gusto. Bisogna osservare, invece, che abbiano un colore brillante in tutte le loro sfumature e vantino una consistenza sufficiente a mantenerne la forma a seconda delle preparazioni che si vogliono effettuare; altro elemento da considerare è il colore del pistillo; questo deve sempre essere di un giallo acceso e mai marrone. Fiori scuri al vertice dei petali o appassiti vanno scartati.

Dando uno sguardo più in generale al mercato ortofrutticolo, si nota che il clima poco primaverile incide negativamente sul consumo di pesche, nettarine, albicocche e ciliegie. Da questa settimana si può affermare che Spagna e Italia si dividono equamente il mercato delle pesche, l’aumento dei volumi offerti, soprattutto nazionali e una richiesta poco incisiva per la specie impone una diminuzione del valore del prodotto in maniera piuttosto generalizzata.

È diversa la situazione delle nettarine per le quali si evidenza una minor disponibilità: mancano soprattutto le referenze con origine nazionale, mentre una domanda di mercato piuttosto vivace contribuisce a non far calare le quotazioni. C’è grande confusione, poi, per le albicocche: aumenta la disponibilità del prodotto, estero e nazionale, crescono sia le varietà sia le pezzature e, in generale, la qualità sta migliorando, ma i consumi poco incisivi e l’aumento dei quantitativi disponibili determinano una contrazione dei prezzi, pur rilevando un’ampia forbice di valori a seconda della tipologia e della lavorazione.

A causa dell’altalenante andamento climatico dei luoghi di produzione, per le ciliegie, quest’anno più di altri assistiamo a una sovrapposizione delle differenti varietà provenienti da diversi luoghi d’origine: tutto ciò potrà determinare una stagione più breve con un prezzo medio probabilmente inferiore a quelli della stagione precedente. Oltre al raccolto pugliese, veronese e spagnolo, ora è disponibile l’ottimo prodotto coltivato nella provincia modenese.

Generalmente, le varietà offerte hanno frutti con polpa tenera: per questa settimana sono poche le partite a polpa dura. Nella massa le quotazioni paiono in diminuzione e, anche in questo caso, la forbice di prezzo rimane piuttosto ampia in funzione della varietà, della provenienza e del calibro del frutto.

Voltando pagina, per le fragole, un’offerta in consistente aumento sia per il prodotto degli areali produttivi meridionali sia del nord Italia, che iniziano ora il loro periodo di raccolta, costringono il valore di mercato a diminuire. Inoltre, da questa settimana è possibile assaggiare le primissime fragole raccolte ed offerte in mercato da alcuni produttori locali.

Infine, fa la sua comparsa l’uva siciliana: per ora i quantitativi sono poco rilevanti e il colore degli acini poco appetibile, ma del resto siamo in anticipo.

Per concludere, aumenta per quantità e varietà la disponibilità della produzione locale conferita e commercializzata in mercato. Tra le new entry, oltre alle fragole, spiccano: lamponi, sedano, piselli e fave fresche. Inoltre, aumenta a colpo d’occhio la disponibilità di insalate, basilico, rapanelli, cicorie e radicchi.

A generica

La ricetta della settimana a cura delle nostre Amichesciroppate

SFOGLIA GOLOSA AI FIORI DI ZUCCA

Ingredienti

1 sfoglia rotonda

4 patate medie lesse

4 zucchine medie

Fiori di zucca

2 uova intere

100ml di panna liquida

70 g. di provola

Sale q.b.

Pepe q.b.

Parmigiano grattugiato 1cucchiaio

Acciughe sott’olio q.b.

Procedimento

Accendete il forno a 200°.

Schiacciate con una forchetta la patate lesse, grattugiate le zucchine e tagliate a dadini la provola, amalgamate tutti gli ingredienti e se volete rendere la torna ancora più saporita aggiungete qualche filetto di acciuga spezzettato.

Eliminate da ogni fiore il pistillo facendo attenzione a non romperlo, farcitelo con il composto preparato in precedenza (considerate che ve ne avanzerà la gran parte).

Sbattete le uova con sale, pepe, parmigiano e la panna. Unite il liquido alla parte solida che vi è avanzata.

E’ arrivato il momento di farcire la sfoglia, messa in una tortiera.

Trasferite il composto nella sfoglia, con delicatezza posizionate i fiori ripieni a raggera, facendo in modo che ogni fetta abbia il proprio fiore di zucchina.

Che ve ne pare? Noi siamo letteralmente impazzite per questa ricetta, che potrete utilizzare come piatto unico accompagnata da un’insalatina o come piace a noi sarà perfetta per una cena di inizio estate…..

A generica

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.