BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Dal Serio al Cherio, ricerche archeologiche lungo il canale d’irrigazione del Consorzio di Bonifica

Mercoledì 18 maggio alle 19 in Sala Curò, piazza Cittadella 9, si inaugura la mostra: "Dal Serio al Cherio, Ricerche archeologiche lungo il canale d’irrigazione del Consorzio di Bonifica della media Pianura Bergamasca".

L’acqua, che è all’origine della vita sul nostro pianeta, è sempre stata indispensabile alla quotidianità delle comunità umane, alla loro organizzazione sociale ed economica e talvolta anche politica.

Fin dalle origini l’uomo ha riconosciuto l’acqua come uno dei principali elementi costitutivi dell’universo, attribuendole un profondo valore simbolico, riscontrabile nelle religioni di ogni tempo e di ogni luogo, nella filosofia, nella musica, nella poesia… La sua importanza è ribadita ancora oggi in quanto riconosciuta come bene comune, nonostante gli effetti dei mutamenti climatici, l’inquinamento e gli sprechi, la rendano una risorsa sempre più scarsa e al centro di tensioni sociali.

Il Maggio Archeologico 2016 intende portare i riflettori su questo importante tema, per comprenderne la sacralità, i sistemi di gestione e l’importanza per il futuro dell’uomo.

Mercoledì 18 maggio alle 19 in Sala Curò, piazza Cittadella 9, si inaugura la mostra: “Dal Serio al Cherio, Ricerche archeologiche lungo il canale d’irrigazione del Consorzio di Bonifica della media Pianura Bergamasca”.
I
ntervengono Nadia Ghisalberti, Assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Bergamo; Filippo Gambari, Soprintendente Archeologia della Lombardia; Franco Gatti Presidente Consorzio di Bonifica della Media Pianura bergamasca.

Una visita guidata alla mostra a cura del Centro Didattico-culturale del Museo Archeologico è in programma per mercoledì 25 maggio, alle 21.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.