BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Tutto pronto per Agorà Bergamo, Gori: “Un onore ospitare i nuovi Mille”

E' tutto pronto per Agora Bergamo. Dal 18 maggio al 22 maggio 2016, oltre 1000 ragazzi, in prevalenza studenti universitari, saranno ospiti della Fiera di Bergamo per celebrare uno degli eventi giovanili più importanti d'Europa. L'obiettivo è promuovere i concetti di Europa unita, la cooperazione e il dialogo internazionale. Il sindaco Gori: "Un onore per la città"

E’ tutto pronto per Agora Bergamo. Dal 18 maggio al 22 maggio 2016, oltre 1000 ragazzi, in prevalenza studenti universitari e compresi tra i 18 e i 35 anni, saranno ospiti della Fiera di Bergamo per celebrare uno degli eventi giovanili più importanti d’Europa.

I ‘nuovi mille’ della città di Bergamo – rispolverando lo storico epiteto garibaldino – saranno gli ospiti della 61esima edizione di Agorà: l’assemblea generale di Aegee, la più grande associazione studentesca interdisciplinare europea che affonda le proprie radici in oltre 200 città e 40 nazioni, per un bacino d’utenza che coinvolge in attività di scambio culturale circa 13.000 membri (106 solo nella città di Bergamo).

Un meeting giovanile nomade per vocazione (si sposta ogni 6 mesi in una città europea diversa), che per cinque giorni renderà Bergamo una delle capitali mondiali della gioventù, al pari delle grandi metropoli europee che hanno in passato ospitato l’evento: Amsterdam, Kiev, Budapest e Istanbul, giusto per citarne alcune. Questo attraverso incontri, conferenze, workshop, seminari di formazione e momenti di svago alla scoperta della città.

La cerimonia d’apertura è per mercoledì 18 maggio, con eventi speciali aperti al pubblico lungo il Quadriportico del Sentierone. Durante i cinque giorni di permanenza uno dei padiglione della Fiera di Bergamo sarà adibito a dormitorio (i ragazzi porteranno da casa i loro sacchi a pelo e materassini, ndr) –, un altro a refettorio e un altro ancora sarà riservato alle attività.

Ad accogliere il bastimento carico di studenti ci saranno gli oltre 100 volontari di Aegee Bergamo: l’associazione no-profit che da 25 anni si fa promotrice di numerose attività di scambio culturale sul territorio bergamasco; supportando, tra le altre cose, i ragazzi del Progetto Erasmus. Una sorta di stella polare che li guida al momento dell’arrivo e li supporta costantemente durante il loro soggiorno.

“Durante questi cinque giorni si svilupperanno progetti inerenti gli argomenti cardine dell’associazione – spiega il sindaco di Bergamo Giorgio Gori – come la democrazia, i diritti umani, la tolleranza, la cooperazione e l’integrazione europea. Tematiche delicate e in netto contrasto con lo scenario che l’attualità spesso ci consegna. La città di Bergamo è onorata di potere accogliere un evento internazionale di tale importanza e non mancherà di farsi trovare pronta e sempre più accogliente”.

“L’Università di Bergamo sostiene l’iniziativa sia tramite la concessione del proprio patrocinio sia attraverso un supporto economico all’organizzazione dell’evento – continua il Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo Remo Morzenti Pellegrini -. Il progetto è coerente con gli obiettivi di internazionalizzazione dell’Ateneo per lo spiccato carattere di interculturalità che lo caratterizza e per la promozione della mobilità studentesca.”

“E’ una grande occasione anche per la Fiera di Bergamo – conclude Luigi Trigona, Segretario Generale Ente Fiera Promoberg -. L’intera estate 2016 vedrà la nostra struttura diventare una sorta di grande casa dei giovani, ospitando tre eventi di assoluta rilevanza internazionale: dal 18 al 22 maggio la Spring Break Agorà di Aegee, il 26 maggio gli Stati Generali della Scuola Digitale e dal 19 al 24 luglio Campus Party, il più grande evento sull’innovazione digitale che chiamerà a raccolta circa 4.000 studenti”.

Presenti alla conferenza stampa d’inaugurazione anche l’Assessore alla Coesione Sociale del Comune di Bergamo Maria Carolina Marchesi, la Responsabile del servizio Ufficio orientamento e programmi internazionali dell’Università di Bergamo Elena Gotti, il Presidente di Aegee Bergamo Davide Viero e il coordinatore di Spring Agora Bergamo 2016 Paolo Ghisleni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.