BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Impianto idroelettrico sul Serio, il sindaco: “nessuna colata di cemento sul fiume”

Il sindaco di Seriate, Cristian Vezzoli, rassicura i cittadini sull'impianto idroelettrico che sarà costruito sul Serio: "non ci sarà nessuna colata di cemento".

Nessuna colata di cemento sul Serio e nessuna situazione fuori controllo per la realizzazione dell’impianto idroelettrico.

L’Amministrazione comunale di Seriate rassicura la cittadinanza sul progetto esecutivo relativo alla realizzazione di questo impianto, denominato «Roggia Vecchia», da realizzarsi sulla sponda destra del fiume, in prossimità del ponte ferroviario.

Il progetto è stato oggetto delle conferenza dei servizi tenutasi nella mattina di martedì 17 maggio nella sede della Regione Lombardia, in via XX Settembre, alla presenza del sindaco di Seriate, Cristian Vezzoli, e di rappresentati del Pirellone, della Provincia di Bergamo, del Consorzio di Bonifica della Media Pianura Bergamasca, di BBE srl, ATS Bergamo.

Seduto al tavolo, indetto per acquisire pareri, concessioni, autorizzazioni, licenze, nulla osta e assensi, richiesti dalla normativa vigente, ai fini dell’approvazione del progetto esecutivo, il sindaco Vezzoli ha chiesto e chiederà anche ad Arpa Lombardia, assente alla conferenza dei servizi, “approfondimenti sulle relazioni previsionali riguardanti l’impatto acustico ed elettromagnetico per assicurare che sia tutelata la salute dei seriatesi – dichiara il primo cittadino di Seriate -. Inoltre abbiamo richiesto che vengano realizzate le opere di mitigazione verso il muro esistente richieste dalla Commissione paesaggio. Una volta abbattuto per realizzare l’impianto idroelettrico, con due turbine da interrare, il muro dovrà essere ricostruito con del rivestimento in pietra o una colorazione o dei terrazzamenti affacciati sul fiume e ricoperti da erba e arbusti, in sintonia con il paesaggio. Non ci sarà pertanto nessun impatto ambientale e colata di cemento, come preannunciato dalla lista civica Albatro, e neppure la costruzione di una centrale idroelettrica invasiva, ma di un impianto interrato le cui turbine sfrutteranno il corso naturale del fiume per generare energia, nel rispetto della garanzia del deflusso minino vitale”.

Il sindaco assicura poi che la situazione sarà monitorata con la programmazione di incontri con il Consorzio di Bonifica, BBE srl, i capigruppo del Consiglio Comunale e la Commissione paesaggio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.