BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Giro d’Italia, impresa dell’ex Colpack Ciccone: l’abruzzese adottato da Bergamo

Il 21enne originario di Chieti è cresciuto professionalmente nel Team Colpack di Beppe Colleoni con il quale ha mostrato tutte le sue qualità di scalatore, confermate sulla salita di Sestola.

Impresa, capolavoro, fenomeno: il Giro d’Italia scopre Giulio Ciccone (nella foto in maglia Colpack) per cui gli elogi, sul traguardo di Sestola, si sono sprecati.

Il 21enne scalatore abruzzese della Bardiani Csf, originario di Chieti, ha fatto sua in solitaria una delle tappe più insidiose della corsa rosa, con quattro gpm di cui uno di prima categoria da affrontare al rientro dal giorno di riposo: 42 secondi rigilati a Ivan Rovny della Tinkoff, 1 e 20 sul colombiano della Bmc Darwin Atapuma, 2 e 10 al secondo della classe Andrey Amador della Movistar.

Le qualità che ora tutta Italia conosce si erano già viste sulle strade bergamasche: prima di passare tra i Pro, infatti, Ciccone è stato adottato da Bergamo e dalla grande famiglia Colpack di Beppe Colleoni, con la quale ha vinto la classifica degli scalatori del Giro della Valle d’Aosta per due anni consecutivi, si è classificato secondo al Piccolo Lombardia e ha ottenuto un prestigioso sesto posto al Tour de l’Avenir della scorsa stagione.

Con Purito Rodriguez come idolo, Ciccone è entrato nella fuga decisiva con i compagni Boem e Pirazzi e ha sferrato l’attacco decisivo in discesa dopo lo scollinamento di Pian del Falco, prima di fare il vuoto sull’ultima salita.

Al primo anno tra i Pro Ciccone si è già preso un bel palcoscenico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.