BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Centro sportivo: la minoranza chiede una commissione; la maggioranza tace

Durante il consiglio comunale del 16 maggio i gruppi consiliari di minoranza hanno proposto l’istituzione di una commissione d’indagine sull’applicazione del contratto d’affidamento del centro Sportivo Comunale.

Più informazioni su

La vicenda del Centro sportivo comunale di Seriate si arricchisce di una nuova puntata.

Durante il Consiglio Comunale di lunedì 16 maggio, i gruppi consiliari di minoranza – Movimento Cinque Stelle, Pd e Lista civica Albatro – hanno presentato un ordine del giorno nel quale chiedevano l’istituzione di una commissione d’indagine – trasversale a tutte le forze politiche del Consiglio – sull’applicazione del contratto di affidamento della gestione del Centro sportivo comunale.

“Una commissione d’ indagine è il solo strumento in grado di accertare che il gestore del centro sportivo comunale abbia fatto effettivamente il suo dovere – ha spiegato Alvaro D’Occhio, capogruppo del Movimento 5 stelle , presentando l’iniziativa al Consiglio Comunale – La Commissione, infatti, avrebbe libero e completo accesso a tutti i documenti che interessano la questione”.

Già qualche mese fa, i gruppi consiliari di minoranza avevano fatto richiesta all’assessore allo sport del Comune di Seriate, Ester Pedrini, di rendere conto dell’operato del gestore e come mai il Comune si fosse fatto garante per gli interventi di manutenzione, invece che lasciarli a carico di chi gestisce il Centro sportivo.

“Istituire una commissione – ha proseguito Stefania Pellicano, capogruppo Pd, – sarebbe come apporre un certificato di trasparenza ed efficienza all’intera macchina amministrativa del comune di Seriate”.

Nessun commento ne dichiarazione di voto da parte dei gruppi consiliari di maggioranza. Forse l’argomento centro sportivo è stato talmente discusso che una parte politica ritiene di aver già detto tutto in merito alla questione

In vece loro ha risposto alle critiche il Sindaco di Seriate, Cristian Vezzoli : “Una commissione d’indagine deve essere assolutamente neutra, questa invece è una commissione di condanna che possiede, in realtà, la sentenza. La trasparenza e l’efficienza appartengono già a questa amministrazione. Non strumentalizziamo una richiesta assolutamente di parte.”

“Il silenzio dei banchi della maggioranza è stato assordante. Nemmeno la dichiarazione di voto! – ha commentato Damiano Amaglio, capogruppo Lista Civica Albatro – Si è sancita una corresponsabilità non solo politica con la malagestione delle precedenti amministrazioni : davanti all’evidenza si tace, e questo è davvero grave. La ciliegina sulla torta sono state le conclusioni del sindaco che ha confuso l’aula consiliare con un aula di tribunale. Alla fine , senza volerlo, ci dà ragione: se teme i lavori di una commissione di cui avrebbe comunque la maggioranza assoluta (perché questo chiedevamo) significa che teme l’evidenza, che sussiste una responsabilità politica”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.