BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Incubo grandine sui campi bergamaschi: danni a mais, orzo, frumento e vite fotogallery

La grandine anche in questo caso ha colpito a macchia di leopardo e ha devastato le colture in campo nella zona di Caravaggio, Brignano Gera d’Adda e Arcene ma ha colpito anche a Pedrengo e Seriate.

Il forte temporale che ieri si è abbattuto sulla Bergamasca ha causato considerevoli danni al settore agricolo. Devastanti grandinate hanno colpito alcune aeree della provincia falciando le colture in campo, in particolare mais, frumento, orzo e foraggere. Si segnalano anche alcuni danni alla vite. E’ questo il quadro che si sta delineando da un primo monitoraggio effettuato dai tecnici di Coldiretti Bergamo .

La grandine anche in questo caso ha colpito a macchia di leopardo e ha devastato le colture in campo nella zona di Caravaggio, Brignano Gera d’Adda e Arcene ma ha colpito anche a Pedrengo e Seriate.

“In pochi minuti una scarica di chicchi di ghiaccio ha distrutto il mais e il frumento – spiega Rosanna Rondi, imprenditrice agricola di Pedrengo – stiamo ancora valutando la situazione per cercare di capire se riusciremo a salvare qualcosa, purtroppo però il raccolto ne risentirà sicuramente”.

Anche il temporale e le forti piogge hanno fatto sentire i loro effetti distruttivi.

“Fortunatamente la grandine da noi non è stata molto forte – evidenzia Nazzareno Ferro agricoltore di Torre Pallavicina – ma le abbondanti piogge hanno reso asfittici i terreni e stanno causando l’ingiallimento del mais. Un altro temporale così e il raccolto è da buttare”.

Coldiretti Bergamo sottolinea che da sempre la grandine è la calamità più temuta dagli agricoltori perché in pochi minuti manda in fumo lavoro e investimenti economici.

Purtroppo però negli ultimi anni sono sempre più evidenti gli effetti dei cambiamenti climatici in atto nel nostro Paese, e preoccupano fortemente anche i ripetuti sfasamenti stagionali ed eventi estremi, come il rapido passaggio dalla siccità all’alluvione, precipitazioni brevi e violente accompagnate da vento forte

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.