BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Contro gli infarti installati 5 defibrillatori pubblici in città

Installati cinque defibrillatori pubblici in città. Funicolare, Polaresco, piazza Matteotti, Accademia Carrara e piazza Cittadella.

Sono stati installati dal Comune di Bergamo in città cinque defibrillatori attivabili da chiunque: alla stazione superiore della funicolare di Città Alta, nel passaggio tra piazza Cittadella e piazza Mascheroni, in piazza Matteotti davanti a Palazzo Frizzoni, all’Accademia Carrara e al Polaresco da venerdì è possibile agire con tempestività in caso di emergenza.

“Avevamo pensato inizialmente di collocare i defibrillatori negli impianti sportivi, – spiega l’Assessore del Comune di Bergamo Loredana Poliin seguito abbiamo optato sui luoghi pubblici e all’aperto per diffondere maggiormente la conoscenza sulle pratiche di primo soccorso e sull’utilizzo dei defibrillatori, creando una piccola rete all’interno della città.”

defibrillatori

In Regione Lombardia, secondo i dati AREU 2014, si verificano ogni anno 1400 arresti cardiaci in luoghi pubblici. In questi casi, la precocità delle manovre di soccorso (massaggio cardiaco e, se indicato, utilizzo del defibrillatore) è il fattore determinante per la sopravvivenza. Dei cinque defibrillatori installati dal Comune di Bergamo, tre sono stati donati da Regione Lombardia attraverso la stessa Areu, due invece dall’azienda Nihon Kohden srl.

“I luoghi sono stati scelti attraverso criteri logistici e di frequentazione: – spiega l’Assessore all’Innovazione Giacomo Angeloni – per la funicolare di Bergamo Alta, ad esempio, la richiesta è arrivata dallo stesso 118, per abbreviare i tempi di un intervento dell’ambulanza raggiungibile in tempi solitamente più lunghi. Qualora ne venissero donati altri, provvederemo ad installarli senz’altro”.

defibrillatori

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.