BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Più manager nelle pmi bergamasche: gli esuberi Italcementi risorsa per il territorio

Uno studio e un progetto per favorire lo sviluppo della managerialità nelle piccole e medie imprese bergamasche: sono quelli messi a punto da Confindustria, Italcementi e Prometeia.

Circa un anno fa Marco Fortis ed Edison condussero una ricerca sul peso del manifatturiero bergamasco, mettendo in luce la posizione di rilievo, seconda solo a Brescia, del settore: un punto di partenza che ha poi portato ad un’indagine su punti di forza e di debolezza di quel sistema, rapportandolo in particolare con il sistema Germania.

Manager

Una delle debolezze maggiori emerse da quello studio fu la grande differenza nel rapporto tra la famiglia proprietaria dell’azienda e la managerialità: nel nostro territorio, spesso, la proprietà ricopre anche i ruoli di tipo operativo oltre a quelli di strategia e sviluppo mentre in Germania la prima incombenza è lasciata esclusivamente ai manager.

Un fenomeno che ora Confindustria Bergamo, in collaborazione con Prometeia e Italcementi, vuole andare a indagare ulteriormente, partendo dal mondo della Piccola e Media Impresa, con uno studio dedicato alla managerialità delle pmi bergamasche che si pone l’obiettivo di mettere nelle mani degli imprenditori nuove opportunità di sviluppo.

Internazionalizzazione, ricerca e sviluppo sono i driver principali delle aziende orobiche e inserire manager nelle loro fila significherebbe garantire una crescita più veloce: un progetto ambizioso che ha trovato nel Piano Sociale presentato da Italcementi un alleato prezioso.

“L’idea è quella di conciliare le due iniziative – spiega il direttore di Confindustria Bergamo Guido Venturini – Il piano di Italcementi vuole proprio portare figure manageriali in altre imprese a cui mancano: persone di grande esperienza, che conoscono lingue e mercati e hanno capacità di entrare in sintonia con realtà non nazioali. Profili in linea con la vocazione all’internazionalizzazione delle nostre imprese”.

Italcementi, promotrice del progetto ha così commentato: “Stiamo vivendo un periodo di cambiamento radicale che però non deve cancellare la tradizione dei rapporti con la nostra gente – commenta il direttore della comunicazione del Gruppo Italcementi Sergio Crippa – L’esperimento può avere valore per tutta la comunità bergamasca e ci auguriamo che le imprese sappiano cogliere l’opportunità da un momento, per noi, di discontinuità come è stato quello della cessione”.

Una posizione confermata anche dal Direttore Risorse Umane del Gruppo Italcementi Agostino Nuzzolo: “L’idea è quella di far incontrare offerta e domanda di lavoro: Italcementi in questo momento ha una forte disponibilità di figure manageriali e operative con conoscenze internazionali e linguistiche a disposizione di un territorio che noi vogliamo stimolare al fine di acquisirle”.

Persone in uscita in particolare dalla sede centrale di via Madonna della Neve, quindi, che potrebbero essere un valore aggiunto per le pmi e non a costi elevati, essendo legate al contratto collettivo nazionale di lavoro del cemento.

Operativamente la ricerca di Prometeia, illustrata da Giuseppe Schirone, individuerà un campione di 120-130 aziende, alcune anche su base volontaria come auspicato e sollecitato dal presidente di Confindustria Bergamo Ercole Galizzi in una lettera, e procederà, tramite funzionari di Confindustria a delle interviste che andranno ad indagare processi produttive, obiettivi e gestione del personale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.