BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Accoltellò due anziani, “Non ero in me”: chiesti 9 anni di carcere

Udienza del processo all'autore degli accoltellamenti a due anziani a Villa di Serio e Alzano Lombardo nel giro di poche ore, il 20 agosto dello scorso anno

Nove anni di carcere per Vincenzo Lanni. E’ la richiesta formulata dal pubblico ministero Fabrizio Gaverini nel corso del processo (con rito abbreviato) all’autore degli accoltellamenti a due anziani a Villa di Serio e Alzano Lombardo nel giro di poche ore, il 20 agosto dello scorso anno.

Lanni era stato arrestato il giorno seguente dai carabinieri di Bergamo, sull’ingresso di casa in via Rollo a Villa di Serio. 49 anni, ex programmatore di computer, disoccupato da tre anni, aveva ammesso subito di essere l’autore degli accoltellamenti ai danni di Antonio Castelletti 82 anni di Villa di Serio, e Luigi Novelli, 80 anni di Alzano Lombardo. I due fortunatamente rimasero feriti in modo non grave.

Lanni aveva poi raccontato che quel giorno avrebbe colpito ancora: la sua volontà era uccidere una donna, strangolandola con un cavo per le cuffiette. L’uomo, deluso da una serie di circostanze dalla vita, aveva deciso di colpire donne e anziani.

Nel corso dell’udienza di mercoledì 11 maggio per tentato omicidio, aggravato dalla premeditazione, oltre che di porto abusivo d’armi, l’avvocato di Lanni, Cinzia Pezzotta ha replicato alla richiesta dei 9 anni invocando la pena minima e il riconoscimento delle attenuanti generiche.

Affetto da problemi di personalità e di una precaria capacità di intendere e di volere, ha capito di aver sbagliato: ai due anziani feriti ha inviato una lettera di scuse tramite il suo avvocato.

La sentenza del giudice per l’udienza preliminare Tino Palestra è attesa per il 19 maggio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.