BergamoNews.it - Quotidiano online di Bergamo e Provincia

Nel parcheggio dell’ospedale potrebbe sorgere un supermercato

Prosegue l'inchiesta di Bergamonews dedicata al parcheggio dell'ospedale Papa Giovanni. Dopo la prima puntata dedicata a tutti i problemi creati da questa ampissima e delicatissima area di sosta ora affrontiamo una parte decisamente sconosciuta della convenzione .

Prosegue l’inchiesta di Bergamonews dedicata al parcheggio dell’ospedale di Bergamo, il Papa Giovanni. Dopo la prima puntata dedicata a tutti i problemi creati da questa ampissima e delicatissima area di sosta (leggi) ora affrontiamo una parte decisamente sconosciuta della convenzione che consente di realizzare proprio qui un supermercato, un’autofficina….

Il parcheggio dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo potrebbe ospitare un autolavaggio, un’officina di riparazione, una società di noleggio oltre a un supermercato di 600 metri quadri al primo piano del multipiano.

È quanto emerge dalla convezione stipulata il 30 marzo 2011 tra la Provincia di Bergamo, (allora il presidente era Ettore Pirovano, già senatore della Lega Nord) e la società Bergamp Hospital Parking Spa.

All’articolo 3, paragrafo 4, dell’atto aggiuntivo che aveva per oggetto il riequilibrio del Piano Economico Finanziario (alla società concessionaria la Provincia di Bergamo riconosceva 9 milioni e mezzo di euro a fronte dei maggiori oneri e costi a seguito dei ritardi del cantiere dell’ospedale) si legge: “Il concedente (ossia la Provincia di Bergamo n.d.r.) riconosce al Concessionario (BHP, n.d.r.) la facoltà di realizzare un impianto fotovoltaico sopra l’ultimo livello del parcheggio e un’area commerciale di circa 600 metri quadrati al primo livello del parcheggio multipiano, subordinatamente all’approvazione dei relativi progetti e fermo restando che in conseguenza di tali realizzazioni si determinerà la necessità di una revisione del Piano Economico finanziario”.

Al punto tre dell’articolo 4 si legge: “Il concessionario avrà facoltà, previo ottenimento a propria cura e spese delle necessarie autorizzazioni, permessi e/o nulla osta, nell’ambito della gestione del parcheggio, di svolgere attività di autolavaggio, di officina di riparazione di mezzi di trasporto in genere, di loro noleggio e di qualsiasi altra attività, anche pubblicitaria, che possa essere considerata complementare rispetto all’atività principale, così come indicato nell’offerta tecnica presentata in sede di gara”.

C’è da chiedersi come mai la società abbia ottenuto ampie possibilità di crescita e di sviluppo commerciale da parte di un ente pubblico, a fronte di nessuna richiesta da parte della Provincia di Bergamo. E anche se c’è l’intenzione di concretizzare questa convenzione…

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da nico

    … interessante questo servizio sul parcheggio dell’ospedale, sarebbe altrettanto interessante poter consultare la CONVENZIONE liberamente e autonomamente (e non come se fosse un segreto da custodire gelosamente) insieme a tutte le varianti e integrazioni che ha subito nel corso degli anni. Inoltre mi auguro che la prossima puntata chiarisca in modo “definitivo” chi erano e chi sono i soci della BHP e chi erano e chi sono coloro che hanno firmato autorizzazioni e aumenti delle tariffe (senza mostrare un piano economico finanziario da cui ricavare quanto è costato e costa il parcheggio e QUANTO fino ad oggi hanno guadagnato lucrando sui pazienti, sui lavoratori e gli utenti in genre dell’ospedale e quanto lucreranno fino alla scadenza di volta in volta prorogata).

    1. Scritto da Davide Agazzi

      Chi ha firmato il rinnovo della convenzione è scritto nell’articolo. Il contratto è registrato e quindi consultabile da parte dei cittadini. Grazie per il suggerimento su chi sono i soci della BHP, avremo cura di dedicare una puntata della nostra inchiesta.
      Davide Agazzi

      1. Scritto da nico

        Grazie per l’attenzione, mi permetto di suggerire un altro spunto già parzialmente toccato nella prima puntata: per il nuovo fantomatico parcheggio di 500 posti le uniche scarne indicazioni ufficiali sul sito dell’ospedale parlano di una gara di affidamento per la progettazione dell’agosto 2015 il cui esito pare sia stato pubblicato a marzo 2016… ora siamo a maggio 2016, perchè tutto questo ritardo? è un accordo più o meno palese con qualcuno di tirarla per le lunghe? non vengano a dire che da aprile c’è il nuovo codice appalti perchè appunto è da aprile 2016 che c’è… e soprattutto il costo previsto (1,7 milioni) è davvero proporzionato?

  2. Scritto da Patrizio

    Il problema parcheggi è risolto? Non bisogna più aspettare che vada via un auto per poter parcheggiare?
    Cosa c’entra il supermercato all’ospedale?
    Non c’è già troppo casino?
    Mancano supermercati in Bergamo e provincia?
    Spero che la Magistratura lavori.