BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

La lotta alle zanzare è hi-tech: un’app per localizzarle e combatterle

E' tutta italiana ZanzaMapp, ideata dal ricercatore della Sapienza di Roma Cesare Bianchi: si possono segnalare e mappare le aree più infestate, con i cittadini che svolgeranno un monitoraggio attivo.

Più informazioni su

Nell’era dei social network e della tecnologia anche la battaglia contro le zanzare si combatte con una semplice applicazione per cellulare. E così Cesare Bianchi, ricercato dell’Università La Sapienza di Roma, ha ideato “ZanzaMapp”, un’app basata sulle competenze complementari del laboratorio Social Dynamics del dipartimento di Fisica e del gruppo di Medical Entomology del dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive della Sapienza per la parte scientifica, e della start-up GH s.r.l. per la parte informatica e di geolocalizzazione.

Presente sugli shop Android, iOS e Windows Phone, l’App permette ai singoli utenti di segnalare la presenza di zanzare, integrando così i dati forniti dalle trappole entomologiche. Anche gli enti territoriali potranno contribuire alle segnalazioni, creando una rete capace di segnalare in tempo reale le zone più infestate: da una parte l’utente potrà evitarle, dall’altro sarà più facile per le amministrazioni intervenire per la bonifica.

E’ di grande importanza il ruolo attivo affidato ai cittadini, per le segnalazioni ma anche per una partecipazioni più avanzata al progetto: chi vorrà, infatti, potrà installare piccole trappole per il monitoraggio.

Con un’interfaccia semplice ed intuitiva ZanzaMapp è facilissima da usare: la diffusione e la sensibilizzazione verso un problema che mette in pericolo la nostra salute, oltre che la nostra pazienza, possono contribuire in fretta a identificare zone a rischio e favorire gli interventi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.