BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Scuole Innovative, a Bagnatica una delle 52 a livello nazionale: unica in Bergamasca

Bagnatica è l'unico Comune della provincia di Bergamo selezionato a livello nazionale per la realizzazione di una scuola innovativa.

Una scuola sostenibile, all’avanguardia, a misura di studente e punto di riferimento non solo a livello comunale ma anche nazionale: il bando “Scuole Innovative” previsto dalla legge “Buona Scuola” premia il Comune di Bagnatica dove verrà realizzata una delle 52 strutture scolastiche italiane del futuro.

L’ufficialità è arrivata nella serata di giovedì 5 maggio: Bagnatica è l’unico Comune della provincia di Bergamo che figura tra i selezionati, uno dei quattro lombardi insieme a Lonate Ceppino, nel Varesotto, e due da individuare nelle province di Cremona e Mantova.

Nascerà dunque una scuola Secondaria di I grado, su un’area di 10.800 metri quadrati e capace di accogliere circa 180 alunni, per un costo di realizzazione che si aggira attorno ai 2 milioni e 350 mila euro: alla chiusura del bando di idee per la progettazione una Commissione di esperti individuerà per ogni area le prime tre proposte vincitrici ma sarà poi compito del Comune scegliere a chi affidare il progetto.

L’Inail acquisterà quindi l’area oggetto degli interventi di costruzione e realizzerà le scuole, mentre il MIUR pagherà i canoni di locazione per trent’anni con fondi messi a disposizione della legge “Buona Scuola”.

A cambiare saranno soprattutto gli spazi educativi: nell’idea del Ministero la scuola innovativa sarà bella e attrattiva, accogliente per gli studenti e aperta verso l’esterno, fruibile anche in orari extra-scolastici. Una scuola sicura, sostenibile dal punto di vista energetico e dal basso impatto ambientale.

scuola innovativa

“Il lavoro e l’impegno sono stati ripagati – commenta l’assessore all’Istruzione e alla Cultura del Comune di Bagnatica Giorgia LatiniAvremo una scuola funzionale, un polo dell’educazione all’avanguardia che garantirà ai nostri studenti la possibilità di vivere gli anni scolastici in un edificio innovativo e funzionale. Un ringraziamento va al Sindaco Magli e a tutti gli amminstratori che, prima di me, hanno lavorato a questo progetto.Con questo traguardo la nostra scuola raggiungerà non solo l’eccellenza didattica, grazie al nostro corpo docenti, ma anche l’eccellenza strutturale dell’edificio”.

Grande soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco Primo Magli e da tutta l’Amministrazione comunale che lavorava al progetto da diversi anni e che ha visto così ripagati i propri sforzi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.