BergamoNews.it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Ironia su Laura Rossoni: “In politica maschilismo ancora ingombrante”

Anche Laura Rossoni, capolista del Partito Democratico, è finita nel mirino delle irriverenze di "Treviglio Nostra", pagina satirica che prende di mira i candidati trevigliesi.

Anche Laura Rossoni, capolista del Partito Democratico, è finita nel mirino delle irriverenze di “Treviglio Nostra”, una pagina satirica dall’ironia tagliente che, da qualche tempo, punzecchia, da destra a sinistra, alcuni politici trevigliesi. Dopo l’ex sindaco Pezzoni, l’ex capogruppo della Lega Nord Giussani e senza risparmiare nemmeno D‘Acchioli e Molteni, ecco che le attenzioni dello staff della pagina si sono concentrate sull’avvocato Rossoni, e sul suo slogan elettorale “Fare Meglio”.

Un motto che, per gli anonimi autori dall’umorismo pungente, è parso, a quanto pare, incompleto. Ecco infatti comparire diverse varianti che ritraggono la capolista di fianco a slogan come: “Fare Meglio – La pastasciutta”, “Fare Meglio – La permanente” e “Fare Meglio – Il botox”.

Tre immagini che, oltre a strappare un sorriso all’interessata, hanno, allo stesso tempo, raccolto la solidarietà dal mondo politico e, contemporaneamente, gettato le basi per una riflessione più ampia su come il maschilismo sia, attualmente, una realtà ancora ingombrante nella politica moderna, e di come questo remi controcorrente verso la conquista della parità dei sessi.

Prima l’esponente provinciale di Sel Marcella Messina, poi i parlamentari Antonio Misiani, Elena Carnevali e il vicesindaco di Bergamo Sergio Gandi hanno espresso, sempre via social network, la loro vicinanza alla capolista democratica, che ha fatto sapere: “Dopo che mi sono stati segnalati questi post, ne ho ripreso uno commentandolo in maniera ironica. Questo perché, effettivamente, le donne vengono sempre attaccate per il loro aspetto fisico o vengono calate nei ruoli tradizionali: ecco spiegato il perché del post ‘fare meglio la pastasciutta’”.

Per l’avvocato, dunque, la battaglia per la conquista della parità dei sessi è ancora aperta, anzi, apertissima. Ma, ha sottolineato la stessa: “Siamo qui anche per questo”.

A fare i conti con la tesi della Rossoni, poi, il caso emblematico tutto trevigliese per cui, in pista per la poltrona di sindaco alle elezioni comunali, ci siano 5 uomini. Una situazione che, secondo la capolista del Pd, è un chiaro segnale del fatto che la parità tra uomo e donna è ancora lontana: “La mentalità maschilista è ancora da superare – dichiara Laura Rossoni – ma, per fortuna, vedo che ci sono sempre più candidate e donne con ruoli sempre più rilevanti. Di fondo, c’è l’idea che la collocazione naturale della donna sia quella domestica e dimostrare di essere all’altezza del ruolo mentre, per un uomo, è quasi normale affacciarsi alla vita pubblica”.

“Al contrario di un uomo – ha proseguito – una donna viene sempre giudicata per il suo aspetto fisico. E infatti, nonostante le mie proposte e il fatto che sia una professionista conosciuta a Treviglio, i commenti sono di carattere maschilista. Le donne non sono quasi mai giudicate o commentate per quello che propongono, ma sempre per delle sciocchezze“.

Poi, evidenziando la banalità e la pochezza delle argomentazioni dei post satirici sulla sua persona, Rossoni ha concluso: “La pastasciutta che cucino, è buonissima”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.